“Cinque cappelli per pensare e uno per innovare”, al via i processi partecipati

17

logo cinque cappelli

Il 22 ed il 29 luglio su Zoom i primi Laboratori di Discussione promossi da Frequenze

BARI – Coinvolgere i cittadini, il terzo settore, le amministrazioni comunali, le imprese ed il mondo del volontariato nell’elaborazione di una mappa ragionata delle necessità territoriali connesse alle problematiche sociali al fine di proporre, attraverso lo strumento del laboratorio e del processo partecipato, proposte di soluzioni finalizzate a migliorare la qualità della vita delle persone ed i servizi a disposizione della comunità. E’ l’obiettivo che si pone “PerEquazione Sociale – Cinque cappelli per pensare e uno per innovare”, il progetto promosso dalla cooperativa sociale Frequenze e finanziato dalla Regione Puglia attraverso l’Avviso “Puglia Partecipa”, che invita i cittadini ad accedere a spazi di confronto costruttivi che consentono di prendere parte alle decisioni pubbliche.

Il percorso partecipativo, dunque, mira a promuovere il principio di autocostruzione dei servizi sociali, a partire dalla prossimità ai fragili, avvalendosi del processo partecipato che avverrà su piattaforma digitale.

Gli incontri, infatti, si svolgeranno su piattaforma Zoom, con la possibilità da parte dei partecipanti di poter agire direttamente su documenti visuali di grande formato, in scrittura condivisa. «Desideriamo vivere insieme una comune elaborazione di mappe di contenuti, valori e servizi, per la successiva concertazione nel quadro delle politiche sociali da porre in essere: un insieme condiviso di contenuti, da mettere a disposizione dei diversi tavoli e cabine, contribuendo alla costruzione di una reale cittadinanza generativa – spiegano da Frequenze, la start up innovativa a carattere sociale – . Abbiamo davanti un complesso e vasto scenario di servizi in gioco: per la prima infanzia e la conciliazione dei tempi, per la pronta accoglienza, l’orientamento e l’inclusione attiva, per il sostegno alla genitorialità ed alla tutela dei minori, per l’integrazione sociosanitaria e la presa in carico integrata delle non autosufficienze, per prevenire e contrastare la violenza sulle donne e i minori».

La prima fase di questo cammino di condivisione, quindi, si svilupperà con la costituzione del Laboratorio di Discussione, in programma nelle giornate del 22 e del 29 luglio 2020, alle quali potranno partecipare cittadini, rappresentanti del terzo settore, amministratori ed imprese della provincia di Foggia. Si tratta di due importanti momenti laboratoriali che puntano a creare un unico team comunitario e operativo, in cui ciascuno assume un ruolo attivo, durante tutto lo svolgimento del processo partecipato. I laboratori saranno condotti dall’architetto Fedele Congedo, relational designer, esperto di progettazione partecipativa e di processi decisionali inclusivi.

La seconda fase del processo partecipato, invece, si svolgerà tra settembre e novembre 2020. Al termine del confronto e scambio di idee sarà realizzato un report da sottoporre agli Ambiti Sociali Territoriali della provincia di Foggia, con il sistema dei risultati e con il modello partecipativo attuato, a supporto dei diversi momenti e dei documenti di programmazione delle politiche sociali.

Partecipare all’incontro è molto semplice. Registrandoti al seguente link https://bit.ly/lab-perequazione riceverai le istruzioni di accesso alla piattaforma per il laboratorio

Per saperne di più: https://partecipazione.regione.puglia.it/