Centinaia di “Puliziotti” ripuliscono 18 aree, un successone il Salento Ecoday

95

puglia (cartina con puntini)

Un fine settimana in cui centinaia di volontari appartenenti a decine di associazioni con sacchi, guantoni e rastrelli hanno ripulito spiagge, strade, campagne e fondali promosso dagli “ECOisti” in collaborazione con l’iniziativa “Sporchiamoci le mani”

LECCE – Quest’ultimo fine settimana, sabato 18 e domenica 19 maggio, ha avuto luogo il Salento Ecoday, una massiccia e partecipata raccolta di rifiuti e pulizia in 18 aree diverse del territorio salentino, da Taranto ad Otranto passando da Carmiano, Novoli, Surbo, Lizzano, Lecce, Porto Cesareo, Maglie, Trepuzzi, San Cataldo, Taviano e Poggiardo. Parliamo di campagne, margini di strade, periferie, pinete, coste, spiagge e persino fondali marini..

Il Salento Ecoday è una vera e propria “chiamata agli scoponi” in cui si cerca di sensibilizzare tutta la popolazione a diventare “puliziotti” (come la mascotte Piumino, il poliziotto salentino) e ad attivarsi nella raccolta di rifiuti in una parte del territorio, liberamente e in totale autonomia.

Tutti gli interventi sono stati inseriti sul sito www.ecoisti.it con la pubblicazione delle persone e delle associazioni di volontari, del comune e della zona scelta per la pulizia e di tre foto emblematiche che fotografano e testimoniano il “prima”, il “durante” ed il “dopo”.

http://www.ecoisti.it/img/cartina.jpgEcco gli interventi effettuati:

· A Taranto i volontari di Retake Taranto hanno ripulito il lungomare;

· A Carmiano la redazione di ViviCittàNews.it ha operato in Contrada Mascarini;

· Il gruppo Lizzano Refloret ha ripulito la spiaggia in Marina di Lizzano;

· A Porto Cesareo sono stati ripuliti i fondali e le spiagge da Legambiente del luogo insieme a tante associazioni;

· Nelle campagne tra Novoli e Trepuzzi si è impegnata l’associazione sportiva Salento E-Cycling;

· Lido Torretta di Taranto è stato ripulito dai volontari di Plasticaqquà e WonderFull;

· A Maglie, Otranto, Poggiardo, Taviano (Mancaversa) e Trepuzzi si sono impegnati nella pulizia tutti i volontari dell’operazione “Sporchiamoci le mani” di Quotidiano di Pugllia e Legambiente Puglia;

· Mentre i promotori del “Salento Ecoday”, i giovanissimi ECOisti del “Galilei-Costa-Scarambone” di Lecce nei due giorni hanno ripulito nei pressi del centro commerciale di Surbo, sulla strada Lecce-Surbo, in via Scotellaro a Lecce, alla periferia nord di Surbo e un tratto di strada a San Cataldo.

Il Salento Ecoday è promosso dagli “ECOisti”, studenti della classe 2°A dell’Istituto “Galilei-Costa-Scarambone” di Lecce, in collaborazione con Quotidiano di Puglia e Legambiente Puglia e, per i giorni 18 e 19 maggio, si è fusa nella già pienamente operativa azione “Sporchiamoci le mani”, che da oltre due mesi vede tanti comuni e volontari del Salento coinvolti in operazioni di pulizia.