Castellana Grotte, pubblicato il regolamento per l’incentivazione del recupero delle facciate degli immobili del centro storico

il palazzo comunale di castellana grotte si tinge di rosa

Uno stimolo per la riqualificazione anche da parte dei privati

CASTELLANA GROTTE (BA) – Un nuovo regolamento per favorire la riqualificazione del nucleo antico di Castellana Grotte ed in particolare le facciate esterne dei palazzi esistenti attraverso l’erogazione di contributi pubblici. La nuova normativa è stata varata dal Consiglio Comunale di Castellana Grotte ed ora è stato pubblicata sul sito web dell’ente nella sezione Albo Pretorio.

Il regolamento prevede l’erogazione di contributi finalizzati ad incentivare la realizzazione di opere destinate a migliorare l’aspetto estetico delle facciate degli edifici di proprietà privata prospicienti spazi pubblici ricadenti nel centro storico del Comune di Castellana Grotte individuato nella variante generale al Piano Regolatore vigente come Zona A1 centro storico. La dotazione finanziaria per l’erogazione dei contributi arriva dall’Assestamento del Bilancio di Previsione 2019/2021 approvato dal Consiglio Comunale ad agosto scorso, grazie al quale fu già stabilita una prima dotazione finanziaria di trentamila euro. Un’importante novità per Castellana ed un primo passo concreto per la riqualificazione del nucleo antico. A breve saranno avviate tutte le procedure per la pubblicazione dell’avviso pubblico a cui i cittadini potranno partecipare per attingere ai contributi.

Gli interventi ammissibili alla richiesta di contributo da parte dei privati potranno essere: consolidamento intonaci facciate, rifacimento intonaci facciate, tinteggiatura facciate e sostituzione di infissi esterni. Il regolamento prevede un contributo diretto a fondo perduto nella misura del 50% del costo dell’intervento, se collocati utilmente in graduatoria.

Questo intervento fa parte del pacchetto di provvedimenti che vogliamo compiere per riqualificare il centro storico di Castellana – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Franca de Bellis – si aggiunge, infatti, ad un’altra serie di interventi voluti da questa Amministrazione, come ad esempio la sostituzione dell’illuminazione pubblica con particolare attenzione all’istallazione di corpi illuminanti idonei alla parte antica della città che partirà a breve, l’acquisto di impianti e macchine da parte della Multiservizi per la pulizia del basolato ed infine lo studio per la creazione della Zona Traffico Limitato. Il nostro compito – ha continuato – è quello trovare tutte le soluzioni più efficaci per la riqualificazione del centro storico e per farlo abbiamo bisogno anche della mano di tutti quei soggetti privati proprietari di immobili all’interno del nucleo antico. Per accompagnarli nel processo di riqualificazione delle parti esterne degli edifici, questa Amministrazione Comunale ha pensato a questo intervento che se ben sfruttato, da parte della cittadinanza, potrà portare ad un recupero della parte antica della nostra città con importanti ricadute sul tessuto economico, sotto il profilo imprenditoriale, sotto il profilo della ricettività turistica ma soprattutto sotto il profilo della qualità della vita di tutti i cittadini che potranno godere di uno spazio nuovo e riqualificato“.