Calcio a 5: rimonta incredibile, la Tombesi strappa un punto all’Atletico Cassano

22

BARI – La Tombesi voleva tornare alla vittoria, ma per come si era messa, il punto conquistato contro l’Atletico Cassano assomiglia tanto a una vittoria. Senza Adami, ai box per alcuni fastidi fisici, mister Di Vittorio ha puntato nel quintetto titolare sul giovane Paolo Romagnoli, classe 2003, autore peraltro di una prova più che positiva. Il primo tempo, però, è stato dominato dagli ospiti: perfetto in fase difensivo e letale nelle ripartenze, l’Atletico Cassano ha sbloccato il risultato grazie a una deviazione su una rimessa laterale battuta da Perri (7.55), e poi lo stesso argentino ha siglato prima il 2-0 su tiro libero (9.09) e poi il 3-0 al termine di una spettacolare azione personale (10.06).

Per tutto il primo tempo, la Tombesi è stata ancora una volta limitata dai troppi falli commessi, e in generale ha faticato a impensierire il portiere avversario, se non con tiri da fuori area. Prima dell’intervallo, è stato anzi il Cassano a sfiorare il 4-0, con Fabiano Assad che ha salvato a porta vuota su Alemao. A inizio secondo tempo, ancora Alemao ha avuto la palla del 4-0, ma Berardi, da terra, gli ha respinto la conclusione. Nella prima, vera azione da gol costruita, la Tombesi ha trovato la rete con Assad (1-3), ma è sembrato solo un lampo: il Cassano ha infatti subito risposto e aumentato il vantaggio, con la deviazione di Bordignon sul calcio di punizione di Cutrignelli (4.46) e con le reti di Caio (6.01) e Alemao (8.49). Sotto 1-6, la Tombesi non si è data per vinta e, con il portiere di movimento, ha cominciato a costruire occasioni da gol.

La rimonta iniziata con le reti di Pizzo (11.55) e Silveira (15.57), sembrava però già finita con il 7-3 siglato da Alemao (17.33), bravo a sfruttare una situazione di superiorità numerica generata dal doppio giallo, e conseguente espulsione, di Pizzo. Con due minuti e 27 sul cronometro, la Tombesi però non si è arresa, mentre il Cassano, forse, l’aveva già data per vinta: rete di pregevole fattura di Assad, con sombrero sul diretto marcatore e pallonetto al portiere, per il 4-7 (17.46); sinistro chirurgico di Bordignon nell’angolino (18.52); errore arbitrale, che concede rigore alla Tombesi per un fallo commesso fuori area, trasformato con freddezza da Baroni (19.39). Sotto 6-7, all’ultimo assalto, la Tombesi ha completato la sua incredibile rimonta con la rete, a 19.59, di Fabiano Assad, lasciato colpevolmente solo davanti a Di Benedetto.