Brindisi, Invitalia ed Infratel promuovono un Hub di accelerazione impresa

7

BRINDISI – È stato firmato il Protocollo di intesa per la realizzazione a Brindisi di un Hub di Accelerazione di impresa promosso da Invitalia – Agenzia Nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa – ed Infratel.

Nell’ambito del “Piano di Azione per la diffusione dell’imprenditoria e dell’Innovazione”, condiviso con il Ministero dello Sviluppo Economico, Invitalia ha deciso di incrementare i propri investimenti in programmi dedicati alle Regioni del Sud Italia, favorendo la creazione di un HUB pilota per la realizzazione di programmi di accelerazione di imprese innovative che prevedano il coinvolgimento di aziende, università, centri di ricerca ed istituzioni locali.

Invitalia ed il Ministero dello Sviluppo Economico hanno deciso di localizzare a Brindisi, negli spazi di Palazzo Guerrieri, questa iniziativa sperimentale, riconoscendo gli sforzi già messi in atto dal Comune di Brindisi nell’investire in politiche innovative di sviluppo locale basate sull’attivazione di comunità.

Nell’ambito di questo accordo verranno quindi ospitati a Brindisi, tra il 2020 ed il 2021, due percorsi di accelerazione di impresa dedicati alle imprese innovative del Sud Italia. Anche la scelta delle tematiche su cui l’Hub di Innovazione brindisino si specializzerà non sono casuali. Sono stati infatti identificate due filiere economiche chiave particolarmente in linea con lo sviluppo della città: turismo e cultura e agrifood.

Il protocollo di intesa verrà presentato oggi, giovedì 25 giugno, nel corso dell’Assemblea di Comunità dell’Assessorato alla Programmazione Economica, che si terrà sulla scalinata Virgilio a partire dalle ore 18, alla presenza di Riccardo Rossi, sindaco di Brindisi, e Marco Bellezza, amministratore delegato di Infratel.

Le attività dell’Hub di accelerazione di impresa prenderanno il via nel corso dell’autunno 2020, una volta identificati tramite gara pubblica gli acceleratori di impresa partner dell’iniziativa.

Come amministrazione – spiega l’assessore alla Programmazione economica Roberto Covolo – lavoriamo, dal primo momento, per rendere Brindisi attrattiva per investimenti pubblici e privati, come nel caso dell’importante scelta di Mise, Invitalia e Infratel di localizzare in città una sperimentazione unica nel suo genere nel sud Italia, ispirata alle nostre azioni di sostegno alle imprese a vocazione territoriale nate con Palazzo Guerrieri”.