Bollettino Coronavirus Puglia, i dati di oggi 28 febbraio 2022

8

coronavirus lunedì

1537 casi positivi rilevati su 16.574 test giornalieri. Al 6% l’occupazione delle intensive, al 20% quella dell’area non critica.18 i decessi

REGIONE – Nuova giornata di informazione da Puglianews24.eu sulla situazione dell’emergenza Coronavirus in Regione per lunedì 28 febbraio 2022. Andiamo a vedere di seguito i dati del bollettino odierno a cura della Regione Puglia .

Sono stati effettuati 16.574 test  giornalieri per l’infezione da Covid-19 e sono stati registrati 1.537 casi positivi con una incidenza di 9,3%(ieri 11,3%).

I nuovi casi sono così distribuiti:381 in provincia di Bari,103 in provincia di Brindisi,135 nella provincia BAT,242 in provincia di Foggia,513 in provincia di Lecce,141 in provincia di Taranto,18 residenti fuori regione, 4 provincia in via di definizione.

79.320(-346) sono gli attualmente positivi,595(-15) le persone ricoverate in area non critica e 31(-2) in terapia intensiva.Sono 18 i decessi.

Complessivamente sono 7.663 le persone decedute; 647.246 (+1.865) le persone guarite; 8.729.786 i test eseguiti.
 I casi totali positivi Covid in Puglia sono 734.229, così suddivisi:
  •  243.162 nella Provincia di Bari;
  • 72.451 nella Provincia di Bat;
  • 68.243 nella Provincia di Brindisi;
  • 115.199 nella Provincia di Foggia;
  • 127.836 nella Provincia di Lecce;
  • 99.590 nella Provincia di Taranto;
  • 5.313 attribuiti a residenti fuori regione;
  • 2.435 provincia in definizione

Secondo la rilevazione giornaliera  del Ministero della Salute la percentuale di Posti Letto di Terapia Intensiva occupata da Pazienti Covid−19 in Puglia ,in data 28 febbraio 2022, è del 6%, in Italia è del 7%.La percentuale di Posti Letto in area non critica occupata da Pazienti Covid−19 in Puglia è del 20% , in Italia del 17% (dati Agenas).

In arrivo il vaccino Nuvaxovid (Novavax)

Sono arrivate a Cerignola, nella Farmacia dell’ospedale Tatarella, le prime dosi del vaccino Nuvaxovid (Novavax) destinate alla Puglia. Sono 68.400 e saranno ripartite in ogni provincia in base alla popolazione.

Il vaccino prevede la somministrazione di due dosi, a distanza di tre settimane (21 giorni), alle persone dai 18 anni in su. Al momento è compreso solo per il ciclo primario di vaccinazione anti-Covid e non è prevista la somministrazione di vaccini differenti per uno stesso ciclo: è dunque raccomandato a chi riceve una dose di Nuvaxovid di ricevere la seconda dello stesso vaccino.

Le Aziende sanitarie locali (ASL) organizzeranno open day, ovvero giornate ad accesso libero per consentire alle persone non ancora vaccinate contro il Covid di ricevere la prima dose di Nuvaxovid senza prenotazione.