Barletta, ricordati con 2 targhe Capossele e Antonucci poliziotti caduti per assolvere al proprio dovere

0

BARLETTA – Con una cerimonia semplice ma significativa si è celebrato questa mattina il ripristino del decoro della aiuola che ricorda con due targhe Tommaso Capossele e Savino Antonucci, due barlettani, appartenenti al Corpo della Polizia di Stato, la cui giovane vita è stata tragicamente stroncata nello svolgimento del proprio dovere.

La sentita commemorazione si è tenuta alla presenza del Prefetto della Provincia di Barletta-Andria e Trani, S. E. Maurizio Valiante, del Questore di Bari, dott. Giuseppe Bisogno, del dirigente del Commissariato di Polizia di Stato di Barletta, Luciano Di Prisco, dei familiari dei due giovani poliziotti. L’amministrazione comunale era rappresentata dalla presidente della Commissione consiliare Cultura, Stella Mele che ha deposto un mazzo di fiori ai piedi delle targhe, dal presidente del Consiglio, Sabino Dicataldo, e dal comandante della Polizia Locale Col.Savino Filannino. Tra i presenti anche l’amministratore di Barsa, che ha materialmente effettuato i lavori, Michele Cianci.

Oggi ricordiamo due figure e due straordinari esempi di uomini in divisa – ha dichiarato Stella Mele – che sono riusciti in vita a suscitare la stima dei colleghi e dei superiori e che ora, a causa della loro drammatica morte, continuano a rappresentare i valori certi della cultura della legalità e del sacrificio autentico di chi opera come servitore e difensore dello Stato”.

“Come è doveroso ricordare chi ha dato la vita per tutti noi – ha affermato Sabino Dicataldo – dobbiamo altresì avere presente che le forze dell’ordine ogni giorno rischiano tanto per proteggere le nostre famiglie e di questo dobbiamo essere sempre riconoscenti”.

Particolarmente toccante è stata l’esibizione del Silenzio e dell’Inno di Mameli da parte degli studenti del Liceo Casardi di Barletta di cui si ringrazia per la disponibilità il dirigente Giuseppe Lagrasta e i docenti.