Barletta, il Pastificio Maffei ed il suo duplice traguardo

238

sede maffei

2° produttore in Italia di pasta fresca non ripiena e azienda 100% a energia pulita2° produttore in Italia di pasta fresca non ripiena e azienda 100% a energia pulita

BARLETTA – Maffei, pastificio di Barletta (BT) specializzato in pasta fresca di qualità Made in Italy, annuncia di aver completato il percorso di innovazione sostenibile che l’ha portata a diventare un’azienda 100% a energia pulita e il secondo produttore di pasta fresca non ripiena in Italia.
Con una produzione, in crescita, di 15,5milioni di kg di pastafresca nel 2016, un incremento dell’export del 150% e 90 dipendenti, Maffei è riuscita a coniugare la filosofia “di mangiar bene e sano” nel rispetto delletradizioni artigianaliche sin dal 1960 ha contraddistinto l’azienda familiarecon una continua innovazione di processo che la ha portata nel 2016, tra i principali investimenti,a dotarsi di un innovativo impianto energetico ad alta efficienza ed emissioni near-zero.Primo sistema energetico in Puglia con tecnologia a turbina oil-free, brevetto di derivazione aerospaziale dell’americana Capstone, ha consentito al pastificio di produrre tutta l’energia elettrica e il vapore necessari allo stabilimento produttivo, facendolo così diventare un’azienda 100% ad energia pulita.
“La svolta green, coerente con i valori che ci hanno contraddistinto sin dalla fondazione, che l’azienda ha intrapreso- hanno dichiarato Savino Maffei, Presidente, e Ignazio Maffei, General Manager dell’azienda – oltre ad un’accurata ricerca di prodotto che ci ha portato a rafforzare l’offerta di pasta biologica, integrale e senza glutine, ha favorito la nostra espansione sui mercati italiani ed esteri. Secondovarie ricercheinfatti, oltre il 70% dei consumatori preferisce oggi acquistare prodotti da aziende sostenibili”.Grazie al nuovo impianto, l’azienda risparmiaoggi oltre 600 tonnellate di CO2 all’anno non immesse in atmosfera che equivalgono all’assorbimento di CO2 di 15.000 alberi in un anno e a 350 automobili in meno circolanti all’anno che percorrono mediamente 10.000 km/anno ciascuna.
L’applicazioneè stata sviluppata da IBT Group, partner esclusivo dell’americana Capstone, ed è compostada unaturbina oil-free da 600 kWe che, tramitela cogenerazione, produce elettricità e, grazie all’impiego di una tecnologia di post-combustione dei fumi della turbina e ad un generatore di vaporeproduce anche il vapore saturo necessario alle linee di produzione, massimizzando così il recupero termico.Non avendo liquidi lubrificanti al suo interno (oil-free),la turbina genera fumi talmente pulitie ricchi di ossigeno da poter essere utilizzati, infatti, in toto come aria comburente. Il risultato è un’alta efficienza complessiva dell’impianto, oltre l’85%, e quindi di risparmio sia in termici economici che di emissioni nocive.
Il progetto sarà oggetto di una campagna di sensibilizzazione promossa da Maffeiche comprenderà anche la veicolazione di strumenti divulgativi, comeil nuovo video istituzionale (www.youtube.com/watch?v=Otq6KHuScQI),nonché l’organizzazione di visite in azienda per spiegare cosa significa essere oggi un’azienda sostenibile ed i benefici che si possono ottenere per la collettività ed il territorio.Per maggiori informazioni: Lavinia Colonna Preti, Ufficio Stampa IBT Group, Cell. +39 345 4877947, lavinia.colonnapreti@ibtgroup.at

DATI TECNICI
Il sistema, su misura,sviluppato e installato da IBT Group, azienda di engineering con sede a Klagenfurt (Austria) e Branch a Treviso, è composto da una turbina a gas Capstone 600S da 600 kWe che, tramite cogenerazione, produce elettricità e, grazie all’impiego di una tecnologia di post-combustione dei gas di scarico esausti e ad un generatore di vapore a recupero, anche 3 tonnellate di vapore saturo all’ora, massimizzando così il recupero termico possibile.Non avendo liquidi lubrificanti al suo interno, infatti, la turbina genera fumi talmente puliti e ricchi di ossigeno da poter essere utilizzati in toto come aria comburente e, quindi, utilizzati in un generatore di vapore a recupero per la produzione di vapore saturo. Il risultato è un’alta efficienza complessiva dell’impianto, oltre l’85%, e quindi di risparmio sia in termici economici che di emissioni nocive per l’ambiente.Il sistema consente di adattarsi al fabbisogno energetico attuale dello stabilimento Maffeied è totalmente modulabile e scalabile per futuri incrementi di potenza elettrica.

Energia termica prodotta: 2000 kWthRisparmio energia primaria: 220 TEP/annoRiduzione gas serra: 635 tonnellate CO2/annoCommissioning:2016Engineering: IBT GroupDurata lavori: 6 mesiConfigurazione impianto: turbina Capstone a gas da 600 kWe, generatore di vapore a recupero dotato di bruciatore in vena d’ariaCombustibile: gas metanoConsumo turbina C600: 189,5 Smc/h gas metano a piena potenzaPotenza elettrica generata: 600 kWelProduzione nominale di vapore saturo: 3 ton/h a 9barg con acqua di alimento a 90°CConsumo bruciatore in vena d’aria del GDV: 150Smc/h a piena potenza per la produzione di 3 ton/h di vaporeOre funzionamento annue: 7.000Dimensioni turbina: 2,4 m (largh.), 9,10 m (lung.), 2,9 m (h) Vantaggi tecnologia: assenza lubrificanti massima produzione vettore termico velocità rotazione variabile modulazione del carico dallo 0% al 100% possibilità inseguimento termico o elettrico tutela dell’ambiente bassi costi manutenzioneRisparmio economico previsto: circa 250.000 euro all’annoManutenzione: ogni 8.000 ore e straordinaria ogni 40.000