Barletta, “Noi credevamo, un racconto vero”: la mostra sul Risorgimento diventa teatro

45

locandina 'noi credevamo, un racconto vero'

Appuntamento per domenica 31 marzo 2019, ore 10,30 – 11,30 – 17,30 al Museo Civico del Castello

Barletta, martedì 26 marzo 2019 – “Noi credevamo, un racconto… vero” è un’attività teatrale e didattica ideata e prodotta da Cooperativa Sette Rue, DiDa e Room to Play per la mostra in corso nelle sale del Museo civico del castello di Barletta. Non una tradizionale visita guidata ma una iniziativa volta a coinvolgere i partecipanti attraverso il linguaggio del teatro e della musica, in un viaggio suggestivo ed emozionante nella storia, alla scoperta dei documenti e degli oggetti esposti.

La mostra, inaugurata lo scorso 2 dicembre e visitabile fino al 26 maggio 2019, accoglie il ricco patrimonio di testimonianze dell’epoca risorgimentale, custodite nel Museo civico e nella Biblioteca comunale di Barletta e afferenti, per lo più, alle donazioni Gabbiani, Cafiero e al Fondo Vista. Fra i pezzi in mostra vi è la bandiera del 9° Reggimento Corpo Volontari Italiani, con il nastro azzurro del 10° Reggimento e la camicia rossa, presumibilmente appartenuta al patriota barlettano Raffaele Lacerenza, testimonianza del ruolo di Barletta nel Risorgimento italiano.

Durante l’attività due attori di “Room to Play” accompagneranno i visitatori nel percorso espositivo, dando vita ai documenti esposti attraverso la narrazione e drammatizzazione degli eventi storici e le emozioni che scateneranno. Un fratello e una sorella, ragazzi che negli anni più belli intrecciano le loro giovani vite con quella dell’Italia che costruisce la sua Unità. Sono loro i protagonisti della vicenda, nella quale prendono forma le varie voci, i tumulti, i contrasti, le gioie e i dolori della nascita della nazione. Le emozioni in questo modo vengono fuori dalle carte e dai dipinti, danno valore alle parole, rendono vivo il messaggio esplicito e svelano senza filtri il messaggio implicito, nascosto sotto il velo della propaganda.

Un racconto sincero ed emozionante, accompagnato dalla musica dal vivo, in cui risuonano gli echi della musica dell’epoca con la spensieratezza e la divertente ingenuità tipiche di chi si affaccia alle novità col timore che accompagna ogni cambiamento. L’obiettivo dell’attività è avvicinare i visitatori alle tematiche raccontate nel percorso espositivo e, coinvolgendoli attraverso narrazione, canti e musica, far rivivere i valori patriottici della storia.