Barletta inserita tra le città virtuose, aumenta la raccolta differenziata

110

Barletta rifiuti abbandonatiProseguono le operazioni di pulizia del territorio

BARLETTA – Si consolida il risultato, favorito dall’attiva partecipazione della cittadinanza, della raccolta differenziata a Barletta.

La percentuale del 68,13% è stata registrata nella determinazione con cui, lo scorso 7 dicembre, il dirigente della Sezione ciclo, rifiuti e bonifica della Regione Puglia ha approvato le aliquote del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi urbani dei Comuni ricadenti nella Provincia di Barletta-Andria-Trani per l’anno 2017.

Grazie anche all’elevata qualità della frazione organica raccolta, così come degli imballaggi e dei sistemi di controllo e monitoraggio della raccolta stessa, Barletta è stata collocata tra le città virtuose in cui si pagherà l’aliquota più bassa della cosiddetta ecotassa (pari a 5,17 euro a tonnellata).

A sostegno di questi risultati, si intensificano le attività di controllo in materia ambientale da parte della Polizia Locale e degli ispettori ambientali della Bar.S.A. con accertamenti e sopralluoghi per individuare le responsabilità di “sacchetto selvaggio” e di altre violazioni al corretto conferimento dei rifiuti, con l’ausilio dei dispositivi fotografici denominati “fototrappole” che consentono di identificare e sanzionare i responsabili. Proprio in questi giorni sono stati notificati i verbali ai responsabili di due distinti episodi avvenuti nei pressi della SS16, zona Regio Tratturo.

Continuano anche le operazioni di pulizia del territorio oggetto di abbandono di rifiuti speciali. Le campate del cavalca ferrovie del Regio Tratturo sono state ripulite da rifiuti pericolosi, composti da pannelli tipo onduline di cemento e amianto, e solidi urbani rinvenuti dalla Polizia Municipale che ha avviato, con le altre forze dell’ordine, indagini per accertarne la provenienza.