Barletta, incontro sulla razionalizzazione degli spazi scolastici

55

Appuntamento per venerdì 15 settembre

barlettaBARLETTA – Incontro con i dirigenti scolastici delle scuole comunali, dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado a Palazzo di Città, con il sindaco Pasquale Cascella, gli assessori Patrizia Mele e Maria Antonietta Dimatteo, e i dirigenti Rosa Di Palma e Donato Lamacchia, per un confronto costruttivo sull’avvio del nuovo anno scolastico. La discussione si è basata sul metodo oggettivo indicato dai tecnici del Comune per una razionalizzazione degli spazi scolastici a medio e lungo termine, basata sulla mappatura dell’utenza scolastica residente nel bacino individuato dallo stradario di riferimento, sugli indici di occupazione sostenibili per ogni edificio scolastico esistente, nonché sulla individuazione degli standard di servizio scolastico comunale da assicurare in tutto il territorio comunale.
Per il breve termine si è puntato a individuare gli interventi urgenti per la razionalizzazione degli spazi, sia in considerazione della movimentazione scolastica nelle aree urbane sia del decremento delle iscrizioni per l’anno scolastico 2017/2018 originato dal calo demografico, anche in considerazione del perdurare delle condizioni di inagibilità dell’edificio scolastico “Massimo D’Azeglio” a seguito della chiusura avvenuta ad agosto 2016 per problemi, le cui classi per l’anno 2017/2018 saranno ancora ospitate in edifici di altre istituzioni scolastiche che già nell’emergenza avevano dato una disponibilità temporanea ad accoglierle.Si è inteso così dare impulso a un percorso partecipato per cogliere, con il contributo dei dirigenti scolastici, soluzioni condivisibili in vista della formulazione del piano annuale di dimensionamento scolastico e per migliorare la realtà scolastica attuale. I responsabili degli uffici dei settori comunali competenti, su impulso del sindaco a contribuire al superamento di ogni difficoltà hanno assicurato la loro disponibilità a raccogliere, valutare e concretizzare rapidamente le proposte che perverranno dalla concertazione dei dirigenti scolastici, affinché sia garantita l’adozione di un piano di razionalizzazione di transizione, per il prossimo anno.Ha trovato così riscontro l’orientamento che prima della riunione con i dirigenti il sindaco ha esposto direttamente ai genitori degli alunni della scuola “Collodi” sulle cause del ritardo dei lavori di manutenzione straordinaria in corso, – come hanno documentato i dirigenti intervenuti – dovute ad imprevisti tecnici verificatisi durante l’intervento che hanno richiesto ulteriori misure per garantire la sicurezza delle aule.
Notizie rassicuranti, sono state comunque fornite nell’occasione, per gli studenti della “Girondi” di via Zanardelli che avrebbero dovuto occupare le aule della Collodi. Dopo un sopralluogo tecnico degli spazi disponibili nel plesso della “Girondi” di via Zanardelli, sono state individuate, internamente alla stessa scuola, le aule per ospitare le tre classi della scuola materna (“Collodi”) e la nuova classe della scuola primaria senza necessità di distaccare aule. Per quattro classi sarà solo differito l’inizio delle lezioni, stabilito per venerdì 15 settembre, per far fronte all’organizzazione logistica assicurata dai tecnici del Settore Lavori Pubblici e Manutenzioni.