Barletta, inaugurata la biblioteca dei genere

5

 

BARLETTA – È realtà a Barletta la Biblioteca di genere. L’inaugurazione è avvenuta stamane nel vestibolo dell’edificio dove ha sede il Settore comunale Servizi Sociali, in piazza Moro n. 16. Alla cerimonia sono intervenuti il Commissario Straordinario Francesco Alecci e la Dirigente Caterina Navach.

Il progetto nasce grazie ad una manifestazione d’interesse promossa dall’Ente civico e rivolta alle librerie (in proposito vedasi le Determinazioni Dirigenziali n. 1671 del 9 ottobre e n. 2046 del 30 novembre scorsi). Una scelta, armonizzata con gli obiettivi comunali del Piano Sociale di Zona e del Piano Povertà, compiuta per contribuire ad arginare le prevaricazioni di genere in tutte le sue forme, contrastare le condotte tendenti alla privazione della libertà personale ed accrescere, di riflesso, la diffusione della legalità, della cultura improntata al rispetto delle differenze, dell’uguaglianza di diritti e doveri tra i sessi.

Il Commissario Straordinario ha espresso il proprio plauso al nuovo servizio rivolto alla intera Comunità, oggi costituito da un solo contenitore di volumi ma che è destinato ad essere implementato. Il Dott.Alecci ha precisato quanto tale servizio, assolutamente non autoreferenziale, sia adatto a toccare valori importanti come il diritto delle donne, dei minori, dei più fragili ed è rivolto a chi ha la mente aperta a comprendere tali valori ma anche a chi vive con un orizzonte culturale meno ricco e senta, quindi, il bisogno di toccare con mano l’esperienza positiva del rispetto umano e della convivenza civile.

Oggi la “Biblioteca di genere” muove i suoi primi passi in collaborazione con il Mondadori Store di Barletta, aggiudicatario dell’avviso pubblico summenzionato, e le associazioni “Mirabilia A.P.S.”, “Osservatorio Giulia e Rossella” e “Se non ora quando? Barletta”. Insieme hanno elaborato e definito il calendario delle prime attività in cantiere, specificamente tre incontri a tu per tu con altrettante autrici le cui opere letterarie sono incluse nel patrimonio librario in dotazione alla struttura.

Il debutto è imminente, programmato nel pomeriggio odierno, alle ore 16.30, nella Sala conferenze del Castello. Al centro della scena ci sarà Donatella Caione, autrice del libro “Stereotipi e arzigogoli. Divagazioni in tema di genere”. Si dialogherà su modelli e convenzioni di genere nell’educazione giovanile e sulla rilevanza che, in questo contesto, assumono le pari libertà e le relazioni affettive sane. Donatella Caione sarà affiancata dalla formatrice Licia Divincenzo, con esperienza ventennale in progetti di educazione alla lettura e in attività didattiche tra scuola, famiglie, comunità. L’incontro è rivolto soprattutto ad insegnanti della Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado, nonché a genitori ed educatori.