Barletta, i nuovi Progetti Utili alla Collettività

7

barletta

BARLETTA – Proseguono le attività realizzate attraverso i Progetti Utili alla Collettività (PUC). A partire da questo mese, infatti, quindici persone presteranno la propria attività per il progetto “Accoglienza degli uffici comunali in sicurezza” presentato dal settore Affari generali ed istituzionali.

I beneficiari del Reddito di Cittadinanza selezionati, potenzieranno il controllo degli accessi dei cittadini e dei dipendenti agli uffici comunali, attraverso l’utilizzo di termoscanner, nel rispetto delle norme Covid-19: controllo temperatura, corretto utilizzo dei dispositivi di sicurezza e delle certificazioni verdi garantiranno così maggiore tutela alla cittadinanza.
Oltre a loro saranno selezionati dodici beneficiari per il supporto nelle attività amministrative presso vari uffici comunali.

Ripartirà nei prossimi giorni la seconda edizione dei due progetti presentati dall’ Associazione Pro Canne della Battaglia: “Sui binari del tempo a Canne della Battaglia. Istruzioni per l’uso” che prevede lavori di piccola manutenzione ordinaria della Stazione di Canne della Battaglia e degli spazi pertinenziali e “Canne della Battaglia. Prossima fermata, la storia!” in cui si svolgerà attività di accoglienza ed informazione-formazione turistica a favore dei visitatori, della Cittadinanza e dei gruppi organizzati (scolaresche, turisti etc.).
Negli scorsi giorni è stata sottoscritta, altresì, la convenzione fra il settore Servizi Sociali e l’organizzazione di volontariato Ambulatorio Popolare di Barletta per la realizzazione del PUC denominato “Piazza Plebiscito” in cui i beneficiari saranno impegnati nella manutenzione delle aree verdi e dello stagno biologico di piazza Plebiscito “adottati” dall’associazione.

Continua quotidianamente l’attività di selezione dei possibili destinatari del Reddito di cittadinanza da inserire nei progetti già avviati ed in quelli di futura realizzazione.

Attualmente i progetti approvati sono 33 ( n.11 per la tutela dei beni comuni, n.16 in ambito sociale, n.1 ambito artistico, n.1 ambito culturale, n.4 ambito ambientale) per un totale di 274 posti a disposizione.

Nell’ultimo anno sono stati impegnati 110 beneficiari RdC in carico presso i Servizi Sociali.

Ancora una volta i Puc rappresentano un’occasione di inclusione e crescita per i beneficiari e per la collettività e attraverso la loro attuazione l’Amministrazione Comunale conferma la volontà di superare l’assistenzialismo tipico di alcuni tipi di interventi attuando azioni che responsabilizzano maggiormente i beneficiari.