Barletta, biblioteca comunale: i servizi sono attivi dal 25 maggio 2020

12

libri (biblioteca)

Una nota della dirigenza del Settore Cultura

BARLETTA – La lettura di alcuni articoli apparsi oggi sui giornali e sui portali on line che riprendono una nota dei consiglieri comunali di Coalizione civica, lascia intendere, erroneamente, che la biblioteca comunale “S. Loffredo” di Barletta sia interdetta e chiusa al pubblico. I servizi della stessa, invece, come da ordinanza regionale n.237 del 17 maggio 2020, sono ripartiti il 25 maggio scorso, cioè appena è stato consentito.

I servizi riattivati sono i seguenti
– prestito libri
– restituzione libri
– consultazione in sede dei soli libri non prestabili, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

Alla biblioteca si accede su prenotazione, così come disposto dai decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalle Linee Guida regionali e non è consentito consultare i quotidiani e, dunque, usare l’emeroteca, a tale scopo deputata, perché dopo i quotidiani e le riviste andrebbero messi in quarantena. Ragione per cui quella sala viene utilizzata per la quarantena dei libri.

Per qualsiasi richiesta, a differenza di quanto riportato negli articoli, le risposte, garantiscono gli addetti al servizio, arrivano in tempo reale e le stesse richieste vengono accolte ed esaudite nelle 24 ore successive, salvo indisponibilità dei richiedenti medesimi.

Un altro richiamo puntualizzato negli articoli e nella nota dei consiglieri comunali riguarda la presunta negazione del diritto allo studio. Il settore Cultura del comune ricorda che sia on line on line, attraverso il sistema Opac (Open public access catalogue), sia telefonicamente chiedendo agli operatori, si possono compiere ricerche sia nel catalogo della biblioteca comunale che in quelle della terra di Bari e di altre regioni per cercare quello che si desidera e farlo eventualmente pervenire attraverso prestiti fra biblioteche.

Al momento questo consentono di fare la legge e i regolamenti ai quali non si può derogare.