Barletta, aggredito un operatore di Bar.S.A. in pieno centro: dieci giorni di prognosi

7

barletta

BARLETTA – Aggressione in pieno centro oggi pomeriggio per un operatore di Bar.S.A. S.p.A. nell’esercizio delle sue funzioni: l’uomo è stato colpito al volto da un pugno.

Ancora una volta un’odiosa aggressione, per motivi al vaglio delle forze dell’ordine, a seguito di un alterco in via Ferdinando d’Aragona alle ore 14.00 circa e a due passi dalla caserma dei Carabinieri, prontamente intervenuti.

L’operatore colpito, alla guida di un mezzo Bar.S.A. come di consueto si era fermato per raccogliere rifiuti cartacei. Motivo dell’aggressione sarebbe stato l’occupazione di un parcheggio per moto a cui sarebbero seguite ingiurie nei riguardi del dipendente Bar.S.A. e un pugno in pieno volto. Subitaneo l’intervento dei Carabinieri. Giunta anche un’ambulanza per l’operatore trasportato al pronto soccorso. Per lui tanto spavento e dieci giorni di prognosi.

Solidarietà è stata subito espressa dall’amministratore avv. Michele Cianci in rappresentanza di tutta l’azienda, tra operatori e dirigenti, che hanno fortemente censurato questo tipo di accadimento. «Non è la prima volta che accadono cose simili. Continuo a chiedermi come si possa giungere a tale livello di inciviltà aggredendo chi sta lavorando per il bene di tutta la città. È inconcepibile! Bar.S.A. si costituirà parte civile unitamente all’amministrazione comunale rappresentata dal sindaco Cosimo Cannito, anch’egli sdegnato dell’accaduto».

L’amministratore prontamente avvisato, assieme al responsabile alla sicurezza dell’azienda, ha seguito l’intera vicenda: «Non è ammesso che in una comunità come la nostra avvengano cose simili. Interverremo con forza e a totale sostegno dei nostri operatori. Un ringraziamento particolare ai Carabinieri prontamente intervenuti sul luogo a tutela della nostra incolumità».