Barletta a Natale, successo ed emozioni per il concerto di Pastor Ron al Sepolcro

concerto di pastor ron al sepolcro

Proseguono le attività in cartellone volute dall’Amministrazione comunale

BARLETTA – Il calore della musica e della spiritualità gospel e afro hanno stemperato il freddo della serata di ieri nella Basilica del Santo Sepolcro di Barletta, con i canti e i balli di Pastor Ron, del suo coro e dei suoi musicisti.

Fasci di luci colorate hanno illuminato l’altare austero della chiesa emanando gioia e coinvolgendo i presenti, tanti, in quello che è stato per tutti uno spettacolo e per i fedeli un momento poco consueto quanto apprezzato di preghiera e spiritualità, a cui hanno preso parte, fra gli altri, anche il sindaco Cosimo Cannito e il vice sindaco Marcello Lanotte.

La speranza è quella di offrire alla città e ai barlettani delle occasioni di incontro per vivere questo periodo insieme agli altri in un clima di concordia e serenità e questo – hanno detto il primo cittadino e il vice sindaco – è possibile grazie alla sinergia di quanti stanno lavorando alla riuscita delle iniziative in cartellone. Lo spettacolo di ieri, infine, è stato possibile anche grazie alla disponibilità del parroco del Sepolcro, don Mauro Dibenedetto, al quale va la nostra gratitudine”.

Tanti gli eventi ancora in programma come pure quelli che si sono svolti. Per i più piccoli lo scorso fine settimana è stato denso di appuntamenti, fra l’apertura del villaggio di Babbo Natale e la Tombola dei libri per bambini, nella biblioteca comunale del castello, con in palio i classici della letteratura per l’infanzia e fumetti che raccontano i personaggi e le storie che caratterizzano l’identità di Barletta, dalla Disfida a Eraclio, la battaglia di Canne e Giuseppe De Nittis, a cura della commissione Cultura del Consiglio comunale e della presidente Stella Mele. Fra le novità vi è la permanenza, oltre il previsto, della pista di pattinaggio sul ghiaccio, che rimarrà allestita fino al 14 gennaio anziché fino all’Epifania in piazza Aldo Moro.

Proseguono gli intrattenimenti musicali e l’animazione per le vie del centro, i concerti delle sette di sera in piazza Caduti, il presepe in cartapesta alla Villa Bonelli e presto, a partire dal 21 dicembre, nei giardini di viale Giannone, dove si ripeterà anche il 22, 23, 24 dicembre e 6 gennaio il Presepe vivente. La sorpresa arriverà gli ultimi giorni dell’anno, dalle 21 alle 24 del 28, 29 e 30 dicembre con le proiezioni in 3D su Porta Marina.