Bari, truffe agli anziani: al via gli incontri di formazione rivolti al mondo della terza età

6

anziani

BARI – Partono questo pomeriggio gli incontri di formazione, ascolto e tutela rivolti al mondo della terza età nell’ambito progetto di contrasto alle truffe agli anziani “La prudenza non ha età”, promosso dall’assessorato al Welfare, dalla Polizia Locale e condiviso con la Prefettura di Bari.

L’iniziativa, nata dal protocollo d’intesa siglato con la Prefettura a seguito di un finanziamento del ministero dell’Interno, prevede al momento quattordici appuntamenti fino alla fine dell’anno, nel corso dei quali gli anziani saranno messi al corrente dei rischi legati alle truffe (in casa, in strada, online) e delle modalità di comportamento da tenere in caso vengano contattati da estranei in situazioni ambigue.

Saranno gli agenti della Polizia Locale, formati da un esperto in materia, l’avvocato Antonio Maria La Scala, a tenere gli incontri cui potranno partecipare circa 20 persone.

Da oggi entriamo nel vivo del progetto di contrasto alle truffe agli anziani con l’avvio della formazione e della sensibilizzazione sull’intero territorio cittadino – commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico – che vedranno protagonisti tante nonne e nonni della città che hanno subito raggiri o temono di potersi ritrovare in situazioni spiacevoli. Da mesi stiamo lavorando alla costruzione di questa tipologia di intervento che speriamo consenta alle vittime accertate e a quelle potenziali di avere a loro disposizione una difesa in più contro questo fenomeno sgradevole e, a volte, devastante. Bisogna tener presente che a Bari vivono circa 75mila persone al di sopra dei 65 anni ed è accaduto che, oltre ad essere state danneggiate economicamente, alcune di loro si sono ritrovate a convivere con il senso di colpa per non avere saputo gestire la situazione, cosa che può generare ripercussioni molto serie, come la perdita di autonomia e di spirito di socializzazione“.

Di seguito il programma degli appuntamenti attualmente in programma:

· venerdì 9 ottobre alle ore 17: sede “Ada anziani”, corso Italia 43/b (080 5231040)

· sabato 10 ottobre alle ore 10: Orto Domingo via Lucarelli (339 4204266)

· martedì 13 ottobre alle ore 17: Centro servizi per famiglie di Torre a Mare, via Morelli e Silvati (366 5923303)

· mercoledì 14 ottobre alle ore 17.30: Centro servizi per famiglie di Carrassi, San Pasquale e Mungivacca, viale Unità d’Italia 63 (349 6653565)

· giovedì 15 ottobre alle ore 17.30: Centro servizi per famiglie di San Pio, via della Felicità (080 5337536-5306414)

· martedì 20 ottobre alle ore 17.30: oratorio della chiesa San Girolamo (366 3378188)

· giovedì 22 ottobre alle ore 17.30: sede “ENS – Ente Nazionale Sordi” via Bozzi (347 5739480)

· martedì 27 ottobre alle ore 17.30: parrocchia Santissimo Rosario in San Nicola a Carbonara, via Manzoni 32/A (329 2986011)

· mercoledì 28 ottobre alle ore 17.30: Centro servizi per famiglie di San Nicola, strada del Carmine 11(338 5852109)

· giovedì 29 ottobre alle ore 17.30: Spazio13, via Colonnello de Cristoforis 8 (389 1956872 – felicia.posito@tiscali.it; gep92bari@gmail.com)

· venerdì 30 ottobre alle ore 17.30: Centro servizi per famiglie di Poggiofranco-Picone, via Carrante 5 (349 4555390)

· martedì 3 novembre alle ore 9: Centro servizi per famiglie Libertà, corso Italia175 (080 8493666)

· martedì 10 novembre alle ore 10.30: don Guanella, via Giulio Petroni 121 (345 3366887)

· sabato 5 dicembre alle ore 17.30: sede associazione Idee presso l’Ipercoop di Japigia (339 3379717).

Si ricorda, inoltre, che è attivo il numero di telefono 080 5491073 dedicato a tutti gli anziani vittime di truffa o che sospettano di essere stati truffati. Tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle 12, gli agenti della Polizia Locale prendono in carico le segnalazioni telefoniche e le denunce, rispondono a dubbi e domande e offrono assistenza qualificata alle vittime.