Bari, spazio coperto per attività rivolte ai senza fissa dimora

39

Incontro tra gli assessori al Welfare e al Patrimonio e la Rete delle Associazioni

logo BariBARI – Prosegue il lavoro del tavolo di coordinamento solidale cittadino coordinato dall’assessorato al Welfare. Questo pomeriggio gli assessori al Welfare e al Patrimonio, Francesca Bottalico e Vincenzo Brandi, hanno incontrato a Palazzo di Città la rete delle associazioni di volontariato laiche e cattoliche impegnate quotidianamente, nei pressi della Stazione centrale, nella somministrazione dei pasti serali alle persone senza fissa dimora, ampliando così l’offerta serale garantita dalle suore di Madre Teresa e dal centro diurno “Area 51” finanziato dall’amministrazione comunale. Al centro dell’incontro l’individuazione di un’area al coperto dove svolgere attività di ascolto, accoglienza e supporto ai senza fissa dimora.

A seguito di diversi sopralluoghi effettuati congiuntamente dai tecnici degli assessorati al Welfare, ai Lavori pubblici e al Patrimonio e del I Municipio, sia presso strutture di Grandi stazioni e di Rfi sia presso immobili di proprietà comunale nel centro cittadino, è stato individuato uno spazio di fronte al mercato Guadagni, alle spalle della parrocchia Sant’Antonio, composto da due locali da tempo in disuso.

Grazie a un accordo tra l’assessorato al Welfare e alcune aziende private, nei due locali saranno realizzati dei lavori di ristrutturazione e allestimento a sostegno degli interventi per i senza fissa dimora, in modo da offrire alle associazioni un punto di riferimento più adeguato nel rispetto della dignità dei volontari e delle persone accolte.

Pertanto, a breve, le associazioni presenteranno un progetto, aggiornato secondo quanto previsto dal regolamento dei Beni comuni predisposto dall’assessorato al Patrimonio, in merito alla gestione e al coordinamento delle attività da realizzare nel nuovo spazio coperto al fine di definire interventi strutturati e congiunti tra realtà pubbliche e private.