Bari, sopralluogo del sindaco sul cantiere del giardino di via Carrante a Poggiofranco

69

Decaro: “Entro la fine dell’anno partiranno i lavori in altri tre parchi della città”

sopralluogo sul cantiere del giardino via carranteBARI – Questa mattina il sindaco Antonio Decaro si è recato sul cantiere del giardino di via Carrante, a Poggiofranco, per verificare l’andamento dei lavori che entro la prossima primavera consegneranno al quartiere una grande area verde completamente riqualificata con uno spazio ludico-didattico all’interno del parco caratterizzato da molti alberi di pregio, che saranno incrementati nel numero e nelle specie (circa 680).

Nell’ambito dei lavori sarà realizzata anche un’area, probabilmente la più grande della città, riservata esclusivamente ai cani, un’esigenza particolarmente sentita dai residenti del Municipio II.

Oggi siamo venuti a renderci conto dello stato dei lavori in corso del nuova parco di via Carrante a Poggiofranco – ha commentato il sindaco Decaro -. Al momento si stanno tracciando i viali e definendo le aree attrezzate dedicate al tempo libero, alla coltivazione di piccoli orti didattici e ai bambini, anche con l’intento di far loro riscoprire i giochi del passato. Stiamo per partire con i lavori anche sul giardino di via Tridente, sempre nel Municipio II, che si estenderà su un’area complessiva di13.000 mq. Questi due giardini si aggiungono al parco di via Suglia, 18.000 mq di verde, che stiamo realizzando nel quartiere Japigia, e ai due parchi previsti nel PRU, il primo in corrispondenza della pineta di San Luca e l’altro di nuova esecuzione in corrispondenza di via Siponto, i cui lavori ripartiranno tra pochi giorni. Nel giardino di San Luca sono previste 84 nuove alberature ad alto fusto e circa 1700 arbusti in aggiunta a quelli già esistenti nella pineta; nel secondo caso, trattandosi di un nuovo giardino, verranno piantumati 90 alberi ad alto fusto, di cui 16 sempreverdi (2 pini, 7 querce e 7 olivi) e 74 caducifoglie e circa 2200 arbusti.

Queste aree verdi rappresenteranno un vero e proprio respiro per questi due quartieri e per i residenti, a cui chiedo fin da oggi di collaborare per la cura dei questi spazi che insieme dobbiamo custodire e proteggere. Nel contempo stiamo continuando a lavorare per la realizzazione dei grandi parchi previsti in città, su cui stiamo terminando le progettazioni e le procedure per le gare e i lavori”.

Info progetto parco via Carrante in fase di realizzazione.

Cinque sono le aree attrezzate previste dal progetto, pensate per favorire l’aggregazione e lo svago dei cittadini: per questo il 70% della superficie originaria (pari a circa 3.100 metri quadrati) resterà a verde, mentre sul restante 30% saranno realizzati percorsi ciclopedonali e attrezzature ludiche.

Nello specifico sono previste:

– un’area naturalistico/agreste che comprende le alberature esistenti di olivo, fico, mandorlo e ciliegio, da integrare con nuovi alberi di alloro, carrubo, corbezzolo, melograno, leccio, biancospino ed essenze aromatiche del tipo rosmarino, salvia, lavanda e mirto;

– un’area per lo sgambamento dei cani, perimetrata con rete alta 1,50 metri ricoperta da un rampicante tipo caprifoglio, in modo da circoscriverne l’utilizzo;

– un’area arena pavimentata con un griglia in polietilene riempito di sabbia vulcanica, su cui saranno posizionati 15 toppi (porzioni di fusti di alberi opportunamente trattati e levigati), utilizzabile per eventi ludici e didattici, mercatini del baratto e del riciclo;

– un’area ludica pavimentata con gomma antitrauma, in cui saranno riprodotti gli storici giochi della campana e delle minibocce;

– un’area dedicata agli orti didattici, costituita da 4 aiuole riservate all’educazione e sperimentazione botanica ed agroalimentare.

Tutti i percorsi saranno realizzati in terra stabilizzata, una soluzione che assicura la permeabilità e il drenaggio delle superfici, rendendoli nel contempo ciclabili e carrabili anche per piccoli mezzi di manutenzione.

Nell’ambito dei lavori, che si stima di completare entro la prossima primavera, saranno realizzati tratti di muretti a secco, opportunamente sistemati e sagomati in base alla nuova geometria dei percorsi, con altezza di circa 45 centimetri dal suolo in modo da poter essere utilizzati come piano di seduta.

Completeranno l’intervento gli impianti idrici a sevizio di una fontanina/beverino e di 4 punti di irrigazione, e quello di illuminazione composto da 25 pali con tecnologia a led.

Il nuovo giardino sarà privo di barriere architettoniche in modo da consentirne la completa accessibilità da parte delle utenze deboli.