Bari, sistemi di videosorveglianza: svolto il tavolo tecnico

28

L’incontro si è tenuto la scorsa mattina

logo BariBARI – Si è riunito questa mattina a Bari, presso la direzione generale, un tavolo di lavoro tecnico chiamato a fare il punto sui sistemi di videosorveglianza del territorio cittadino. All’incontro hanno partecipato gli assessori Petruzzelli e Galasso insieme a personale delle ripartizioni Polizia municipale, Ambiente, Ivop e dell’Amiu.

È stata l’occasione per discutere delle attività di gestione complessiva dei vari impianti di videosorveglianza che afferiscono a diversi rami dell’attività amministrativa – polizia municipale, ambiente, traffico lavori pubblici, Amtab, Amiu – e che necessitano di criteri unitari per quanto riguarda l’installazione, le tecnologie impiegate nonché il monitoraggio generale dei flussi di dati che è opportuno indirizzare ad una centrale operativa unica presso la Polizia municipale. Una scelta che risponde alla necessità sia di garantire il corretto trattamento di dati sensibili sia di effettuare un rapido scambio di informazioni con la Questura.

Ad oggi, ai sistemi di videosorveglianza già attivi si aggiungono quelli in fase di realizzazione, tutti finalizzati ad aumentare gli standard di sicurezza, garantire il controllo del traffico e contrastare attività illecite di discarica abusiva sul territorio comunale.

Nel corso dell’incontro si è anche discusso della bozza di regolamento del sistema di videosorveglianza che sarà varato a breve, utile a definire le procedure per la raccolta e il trattamento delle immagini registrate.

È pronto intanto il progetto esecutivo da 950mila euro – inserito nel piano triennale delle opere pubbliche – per l’installazione di 100 nuove videocamere in 30 punti “caldi” della città, che verranno individuati a seguito di un’istruttoria svolta dalla ripartizione Lavori pubblici d’intesa con le Forze dell’ordine

“Entro la fine dell’anno accenderemo il mutuo necessario, e con l’inizio del nuovo anno saremo in grado di pubblicare il relativo bando – spiega l’assessore Galasso – per realizzare un sistema di videosorveglianza di nuova generazione, con l’obiettivo di avere un controllo maggiore nelle piazze, nei giardini e nelle strade e provare a contenere i fenomeni criminosi. Abbiamo scelto le telecamere ad alta definizione, a raggi infrarossi per riprese notturne che saranno opportunamente posizionate per garantire una buona copertura della aree critiche ripetutamente interessate da atti vandalici o fenomeni criminosi”.

Tutte le apparecchiature – switch, server, modem – saranno di tipo “industriale” così da garantirne il funzionamento anche in condizioni di temperatura e umidità estreme – fino ai 60 gradi – e ridurre al minimo i costi di manutenzione e i rischi di avaria.

Le immagini saranno registrate in altissima qualità e verranno trasmesse al comando di Polizia municipale per la visualizzazione in tempo reale, con registrazione settimanale in modo da fornire un utile supporto alle autorità di polizia per necessità investigative.

Le 100 nuove telecamere si aggiungeranno alle 71 telecamere già presenti in città per il controllo stradale – 40 delle quali funzionanti e 31 in corso di riparazione, con previsione di ripristino entro il prossimo mese di marzo – alle 5 del giardino Mimmo Bucci, alle 2 della pineta di San Francesco, oltre alle 149 gestite dalla prefettura e alle 57 del consorzio ASI.

Nel nuovo anno, inoltre, verranno eseguite le installazioni di ulteriori 26 telecamere a presidio delle piazze Cesare Battisti e Umberto, in esecuzione dell’ordinanza sindacale che prevede per piazza Cesare Battisti anche il potenziamento dell’impianto di pubblica illuminazione dopo interventi significativi sugli arredi utili a facilitare il controllo e la sorveglianza della piazza.