Bari, scoperto e denunciato rivenditore di ticket di viaggio Amtab falsificati

44

Marzulli: “Attenzione costante su possibili truffe ora che i cittadini stanno dimostrando di collaborare”

telecamere autobusBARI – Nei giorni scorsi la polizia giudiziaria, guidata dal capitano Corsi, ha effettuato il sequestro di circa 9000 falsi ticket di viaggio dell’Amtab presso un’edicola in via Crispi. A seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini rispetto all’autenticità dei biglietti venduti dall’edicola, è stata avviata un’indagine che ha visto gli agenti effettuare una serie di sopralluoghi in borghese fino al momento del blitz, che ha portato alla scoperta delle scorte di biglietti falsificati.
Ad oggi, il titolare dell’edicola è stato denunciato per i reati di falsificazione biglietti di viaggio e truffa in danno all’azienda di trasporto pubblica cittadina. Le indagini sono ancora in corso per attestare la provenienza dei biglietti falsi e individuare eventuali complici nella produzione dei ticket.
Al termine delle indagini – dichiara Nicola Marzulli , presidente dell’Amtab – non esisteremo a chiedere agli uffici comunali competenti la sospensione dell’autorizzazione per l’attività commerciale e, nel caso in cui i reati dovessero essere confermati, l’azienda si costituirà parte civile per il recupero dei danni patrimoniali subiti. In questo momento in cui l’azienda sta compiendo importanti passi in avanti nella gestione del servizio, e i cittadini stanno dimostrando di rispondere positivamente alla campagna che l’amministrazione comunale sta conducendo sull’acquisto dei biglietti per viaggiare sui mezzi pubblici, è importante mantenere costante l’attenzione su possibili fenomeni di truffa a danno dell’Amtab ma, anche e soprattutto, dei cittadini”.
Da un primo resoconto sull’andamento delle attività dell’Amtab nei primi sei mesi del 2016 si evince un discreto miglioramento del servizio rispetto allo stesso periodo del 2015.
È stato riscontrato, infatti, un incremento dei chilometri percorsi dagli autobus del 6,33%, – da 5.732.000 km al 31 luglio 2015 a 6.094.947 km al 31 luglio del 2016 – e una crescita costante del numero dei mezzi in uscita ogni mese: 107 a luglio 2015 a fronte dei 115 dello stesso mese del 2016.
Questi – conclude – Marzulli – sono segnali importanti che ci incoraggiano a proseguire nel piano di risanamento aziendale che stiamo portando avanti, anche grazie ai fondi che l’azienda sta recuperando con l’aumento della vendita dei biglietti”.