Bari, raccoglitori materiali ferrosi: slitta al 1° gennaio 2017 l’applicazione delle disposizioni dell’art. 30 della Legge 221/2015

55

La soddisfazione del sindaco Decaro

logo BariBARI – Il presidente dell’Albo nazionale Gestori ambientali Eugenio Onori ha scritto al sindaco di Bari Antonio Decaro comunicandogli la decisione di far slittare al 1° gennaio 2017 l’applicazione della disposizione di cui all’art. 30 della Legge 221/2015, relativo alla raccolta e trattamento dei rifiuti di rame e di metalli ferrosi e non ferrosi.

La scelta del Comitato nazionale – commenta il sindaco Decaro – accoglie la nostra richiesta, sostenuta anche dal presidente ANCI Piero Fassino, di prestare attenzione alla situazione precaria dei raccoglitori ambulanti che nella stragrande maggioranza, privi di qualsiasi sostegno reddituale, provvedono con l’attività di raccolta di materiali ferrosi di risulta a percepire il minimo indispensabile per la propria sopravvivenza e quella dei loro familiari. Prevedere uno slittamento dei termini per l’entrata in vigore del provvedimento, significa consentire di individuare delle procedure semplificate per far sì che i raccoglitori ambulanti di modeste quantità di ferro possano ottenere l’autorizzazione prevista per il formulario necessario al trasporto rifiuti. Sono particolarmente soddisfatto anche perché l’azione congiunta, svolta con il presidente pugliese dell’Albo gestori ambientali Natale Mariella, risolve, almeno temporaneamente, un conflitto sociale che ha visto la mobilitazione per oltre due mesi degli operatori del settore davanti a Palazzo di Città”.