Bari, prestazioni sociali agevolate: approvato il disciplinare per bonus energia, gas luce e per assegni maternità e famiglie numerose

logo Bari

I dettagli

BARI – La ripartizione Servizi alla persona rende noto che è stato approvato dalla giunta, su proposta dell’assessora Francesca Bottalico, il disciplinare delle prestazioni sociali agevolate relative alla fornitura di energia elettrica, idrica, gas naturale, assegni di maternità (MAT) e al nucleo familiare (ANF).

Il [ http://www.comune.bari.it/-/disciplinare-per-l-accesso-alle-prestazioni-sociali-agevolate-relative-alla-fornitura-di-energia-elettrica-idrica-gas-naturale-assegni-di-maternita-ma | disciplinare ] , che è in pubblicazione sul portale istituzionale nella sezione Statuto e Regolamenti, è uno strumento in grado di fornire ai cittadini le informazioni utili ad orientarsi nella fruizione delle diverse prestazioni sociali e definisce le attività di assistenza che i CAF convenzionati con il Comune di Bari offrono gratuitamente agli utenti per la gestione degli adempimenti e la presentazione delle istanze.

Per prestazioni sociali agevolate si intendono gli aiuti economici e i servizi di assistenza che spettano ai cittadini che ne hanno diritto sulla base della loro condizione economica sociale attestata dall’Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente).

Nello specifico:

– il bonus energia, o bonus elettrico, è uno sconto applicato sulle bollette dell’energia elettrica introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas, al fine di assicurare un risparmio sulla spesa per l’energia alle famiglie in condizioni di disagio economico e fisico;

– il bonus gas è un’agevolazione tariffaria introdotta dal Governo al fine di assicurare un risparmio sulla spesa per l’energia alle famiglie a basso reddito e numerose; viene erogato esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL) e relativamente ai consumi nell’abitazione di residenza;

– il bonus idrico è una misura volta a ridurre la spesa per l’acqua di una famiglia in condizioni di disagio economico e sociale e consente di utilizzare gratuitamente un quantitativo minimo di acqua a persona per anno; tale quota è stata fissata in 50 litri al giorno a persona (18,25 mc di acqua all’anno), corrispondenti al soddisfacimento dei bisogni essenziali.

– l’assegno di maternità è una misura di contrasto alla povertà, concessa dai Comuni ed erogata dall’Inps, che non è cumulabile con altri trattamenti previdenziali di indennità per la maternità;

– l’assegno al nucleo familiare con almeno tre figli minori è un sostegno economico a favore delle famiglie numerose: il diritto all’assegno viene riconosciuto in presenza di determinati requisiti.

Si specifica che i bonus gas, elettrico e idrico, nel rispetto dei requisiti previsti singolarmente da ogni misura, sono benefici che è possibile cumulare.

Nel disciplinare approvato dalla giunta è prevista inoltre un’attività di monitoraggio attraverso l’utilizzo di questionari, al fine di valutare la soddisfazione degli utenti rispetto alle prestazioni di assistenza offerte dai CAF convenzionati.

A breve sarà disponibile l’elenco aggiornato dei CAF convenzionati con il Comune di Bari: scade infatti il prossimo 7 dicembre l’avviso per manifestazione di interesse alla stipula di una convenzione con i CAF per la gestione delle pratiche relative alla richiesta di prestazioni sociali agevolate.