Bari, presentato lo spettacolo “Le Strade di San Nicola”

17

La nona edizione dell’evento solidale  si terrà l’8 dicembre prossimo al teatro Petruzzelli

BARI – Torna il prossimo 8 dicembre, al teatro Petruzzelli, lo spettacolo solidale “Le Strade di San Nicola” organizzato dall’omonima federazione. La nona edizione dello show è stata presentata questa mattina, a Palazzo di Città, dal presidente della federazione “Le strade di San Nicola” Lorenzo Moretti, dal vicepresidente Alessio Branchi Ninni, dal tesoriere Francesco Partipilo e dal direttore artistico e autore Fabiano Marti, alla presenza del sindaco Antonio Decaro, delle assessore al Welfare e alle Culture, Francesca Bottalico e Ines Pierucci, e dei presentatori della serata Alessandra Bucci e Mauro Pulpito.

Quest’anno sono tante le sorprese in programma per gli spettatori con l’esibizione sul palco di musicisti del calibro di Raphael Gualazzi e Fausto Leali. La serata proseguirà con la performance di Dj Jad degli Articolo 31, accompagnato dal disc jockey e produttore discografico italiano Wlady. Chiuderanno i comici Massimo Bagnato e Vincenzo Albano.

“Le Strade di San Nicola è un appuntamento socio-culturale molto atteso, durante il quale incontrarsi, creare connessioni e nuove sinergie e supportare nuove progettualità sociali per il prossimo anno attraverso la raccolta di fondi – ha esordito Francesca Bottalico -. Una bella occasione anche per coinvolgere famiglie e cittadini che trascorrono le festività natalizie in solitudine soli e con i quali abbiamo programmato un ricco calendario di eventi sociali gratuiti. Il mio ringraziamento va alla fondazione, allo staff tecnico artistico e a tutti gli sponsor, con l’augurio che possano partecipare in tanti a questo grande evento solidale”.

“Stiamo vivendo un periodo molto difficile dal punto di vista economico – ha proseguito Lorenzo Moretti – e siamo particolarmente preoccupati per le grandi difficoltà che le famiglie stanno vivendo. Anche quest’anno abbiamo cercato di costruire uno spettacolo che possa mettere insieme il divertimento con la riflessione. Oggi più che mai abbiamo bisogno della collaborazione di tutta la città per realizzare i sei progetti previsti. Progetti che, come ogni anno, puntano a diventare ‘a tempo indeterminato’, veri e propri punti di riferimento per la città di Bari”.

“È sempre bello partecipare all’evento de Le Strade di San Nicola – ha aggiunto Fabiano Marti -. Quest’anno è stato molto complicato organizzarlo per i costi particolarmente elevati e per le incertezze legate comunque all’andamento dei contagi ma alla fine siamo riusciti a proporre un cast di altissimo livello. Fausto Leali, la storia della musica italiana, non ha bisogno di presentazioni, e credo non ne abbia bisogno neanche Raphael Gualazzi, elegante quanto lo è il teatro Petruzzelli. E poi Dj Jad e Wlady che racconteranno un altro pezzo di storia della musica italiana. Ce n’è per tutti i gusti anche sul fronte del cabaret con Massimo Bagnato, che si differenzia molto dagli altri ma che è assoluta garanzia di grande qualità, e il nostro Vincenzo Albano, vera rivelazione di Zelig. Conoscete bene Mauro Pulpito e Alessandra Bucci su cui non devo aggiungere altro. Scoprirete il resto delle sorprese l’8 dicembre al Petruzzelli”.

“Le Strade di San Nicola sono la testimonianza diretta del fatto che la nostra è una comunità unita, che sa riconoscere i momenti di difficoltà e se ne fa carico – ha concluso il sindaco Decaro -. In questo caso siamo di fronte a un collettivo di associazioni e personalità da sempre impegnate sul fronte della solidarietà e del sostegno alle persone più fragili. Come sottolineato dagli altri interventi, stiamo vivendo un momento particolare, per tanti aspetti delicato. Siamo passati dalla pandemia alla guerra, fino all’impennata del costo energetico con conseguenze drammatiche come l’inflazione e l’aumento del costo della vita. Condizioni che a lungo andare, oltre ad incidere sugli aspetti economici delle famiglie, rischiano di creare divari mettendo a rischio la tenuta della nostra comunità. L’amministrazione comunale cerca ovviamente di fare la propria parte provando a tenere saldo il sistema del welfare, a non contrarre sostegni, contributi o prestazioni ma è molto difficile raggiungere tutti. Ed è qui che entrano in campo le associazioni, veri presidi sociali in tante aree della città che integrano e completano i nostri servizi. Le Strade di San Nicola ne sono un valido esempio: con questa iniziativa lanciano ogni anno diverse progettualità che incidono positivamente sulla vita di tanti cittadini.Per questo mi auguro che, anche quest’anno, siano tanti gli spettatori che vorranno dare il loro piccolo contributo a chi ne ha bisogno, ricevendo in cambio due ore di sorrisi e allegria”.

“Le Strade di San Nicola”, promossa dall’omonima federazione composta quest’anno da dodici realtà, è un’iniziativa benefica che si ispira al Santo di Myra, protagonista di numerose leggende fatte di miracoli in favore di poveri e diseredati. Quindi il progetto, da sempre orientato all’altruismo e alla beneficenza, prevede che il ricavato della serata venga interamente devoluto ad attività benefiche individuate attraverso le associazioni confederate.

Nel corso di ogni edizione vengono celebrate due eccellenze nazionali: il momento più importante dello show è costituito dall’assegnazione del Premio “Le Strade di San Nicola” conferito a una personalità che si è distinta per generosità e sostegno a iniziative solidali.

Sarà premiato anche il pugliese Vicenzo Schettini, professore di Fisica, al quale sarà consegnato il premio “Le Strade di San Nicola ART” per aver insegnato un approccio nuovo allo studio della scienza al quale ha avvicinato le nuove generazioni.

PROGETTI

“SPORTELLO SCUOLA” – AIPD (Associazione Italiana Persone Down)

L’idea di questo progetto nasce dalla richiesta, avanzata all’AIPD dalle famiglie socie dell’associazione, di sostenere e accompagnare i propri figli durante il percorso scolastico, favorendo, in particolare, una reale alleanza educativa tra scuola e famiglia. Un percorso comune tra famiglia, scuola e servizi favorisce una crescita più serena e contribuisce a favorire lo sviluppo delle potenzialità di ogni alunno e a individuare le strategie didattiche ed educative che garantiscano ad ognuno lo sviluppo della propria individualità. La finalità dell’intervento è quella di favorire l’inclusione scolastica degli alunni con sindrome di Down, attraverso la pianificazione di buone prassi che possano supportare il PEI elaborato dagli insegnanti, nonché attraverso il suggerimento di strategie educative mirate al superamento di eventuali difficoltà relazionali, comportamentali ed emotive degli stessi alunni.

“IL CALCIO È DI TUTTI” – Bari Young Onlus

L’associazione Bari Young onlus, in collaborazione con l’associazione sportiva dilettantistica Oltre Sport Polisportiva, intende realizzare, grazie al team multidisciplinare che vanta grande esperienza nel campo dello sport paraolimpico, il progetto intitolato “Il Calcio è di tutti” con attività di calcio in carrozzina elettrica dei tesserati dell’associazione, con un focus nei confronti dei più piccoli affetti da grave disabilità fisica motoria. Lo sport, in linea generale, può rappresentare un’esperienza bella e gratificante, può favorire la maturazione e la crescita, può migliorare l’immagine di sé e la sicurezza personale. Nelle persone con disabilità fisica, infatti, gioca un ruolo determinante rispetto all’appartenenza a un gruppo o a una squadra, con forti ricadute positive sulla soddisfazione e sull’orgoglio, indipendentemente dalle prestazioni fornite o dal minutaggio di presenze in partita.

“IL PORTALE DI TUTTI” – Ciao Vinny

Il progetto nasce dalla necessità di creare un filo conduttore tra la domanda e l’offerta del welfare nella nostra città. Un sito web che farà da raccordo tra coloro che erogano servizi e coloro che hanno voglia di contribuire a migliorare la povertà e migliorare la rete degli aiuti in ogni momento dell’anno. Il progetto partirà con la creazione di un portale che inquadrerà il welfare e i bisogni di questo settore a Bari. Si passerà, quindi, alla ricerca e all’affiliazione di tutte quelle strutture (chiese, associazioni, mense, ecc.) impegnate nella lotta alla povertà espletata in varie modalità. Si individueranno, tramite campagne mirate, tutti gli utenti che vogliono contribuire ad aiutare queste diverse situazioni tramite donazioni che andranno a soddisfare le varie richieste e si implementerà la rete mediante la chiusura di convenzioni con aziende e partner privati che potranno migliorare e perfezionare le grandi donazioni di determinati prodotti.

“UNA CARROZZA PER LE STRADE” – Ciao Vinny

È un progetto ideato per provare ad aiutare i malati oncologici che non hanno le possibilità economiche di muoversi per raggiungere l’ospedale per le terapie utili. Si partirà con l’individuazione, da parte del reparto di Oncologia del Policlinico di Bari, di dieci pazienti, la cui situazione economica sarà verificata anche grazie alla banca dati in possesso dell’assessorato al Welfare. Saranno individuate, quindi, tre persone che volontariamente impiegheranno il loro tempo e metteranno a disposizione la loro auto per il tragitto da casa in ospedale e viceversa.

“GLI INVISIBILI” – Aps Marcobaleno

È un progetto di assistenza sanitaria multidisciplinare con lo scopo di supportare il Sistema sanitario nazionale in questo momento storico di grande difficoltà. È indirizzato a persone over 65 in condizioni di fragilità e disagio socio-economico. Il progetto pilota prevede la selezione, con relativo avvio del follow-up assistenziale, di cento persone che vivono in contesti difficili dei quartieri periferici. In coordinamento con i Servizi sociali del Comune di Bari saranno selezionati dei luoghi idonei da utilizzare come ambulatori, utili allo svolgimento delle attività socio-sanitarie che ne caratterizzano il progetto. Nel caso di pazienti allettati o con gravi difficoltà motorie verranno effettuate visite domiciliari. L’assistenza sanitaria multidisciplinare si avvarrà dell’impegno e della professionalità di varie figure mediche specialistiche.

“RIDING KINDNESS” – We are stronger charity

Il progetto si pone l’obiettivo di prevenire e contrastare il bullismo ma anche di tutelare le persone con disabilità, attraverso il rafforzamento dell’autostima dei bambini e il lavoro di integrazione in gruppo, eliminando possibili casi di emarginazione o bullismo e rafforzando l’empatia individuale e di gruppo. Saranno realizzate attività educative, come la lettura, che aiutano a sensibilizzare il lettore sul fenomeno del bullismo, rendendolo attivo e partecipe in discussioni aperte con insegnanti, genitori e adulti. Il progetto intende dare un’identità al bullo e ai suoi bersagli, creando una relazione autentica e responsabile tra i due e una più forte consapevolezza di sé.