Bari, presentato a Palazzo di Città il concorso fotografico “Desiderio di Città, la Città la mia Casa”

La presentazione questa mattina nel corso di una conferenza stampa

conferenza stampa concorso fotograficoBARI – È stato presentato questa mattina, a Palazzo di Città, il concorso fotografico “Desiderio di Città, la Città la mia Casa”, promosso dall’associazione internazionale docenti Said, con l’obiettivo di veicolare immagini che abbiano come tema la bellezza della città in tutte le sue espressioni e in particolari momenti della quotidianità, da pubblicare sul calendario 2018 prodotto dall’associazione.
Le finalità del concorso, rivolto ai cittadini di Bari e Fasano, sono state illustrate nel corso della conferenza stampa da Giuseppe Cascella, presidente della commissione consiliare Culture, da Luana Amati, assessore alle Attività produttive del Comune di Fasano, da Virna Iacobellis, presidente dell’associazione Said, e da Nicola Cutino, presidente dell’associazione Mondo antico e Tempi Moderni Onlus.
Il concorso nasce per promuovere e valorizzare la bellezza e l’importanza della famiglia, come risorsa fondamentale della società, e della necessità di riappropriarsi della città come spazio abitativo.
Giuseppe Cascella ha ricordato il ruolo e l’importanza della fotografia nella società dell’immagine: “Per il concorso servono immagini di vita familiare immortalate sullo sfondo delle nostre città, perché ognuno di noi ha, nel proprio album di famiglia, delle foto legate a momenti significativi della sua vita, immagini che ricordano il luogo dove viviamo, alle città di Bari e di Fasano. La nostra città vecchia, ad esempio è un luogo magico che conserva antiche chiese ed edicole votive legate a doppio filo al culto familiare e territoriale della vita dei cittadini”.
Virna Iacobellis ha quindi illustrato i programmi dell’associazione Said, che quest’anno festeggia il ventesimo anno di attività, e i contenuti e le modalità di partecipazione al concorso. Le foto raccolte, che dovranno riguardare immagini di vita familiare sullo sfondo di luoghi appartenenti ai contesti urbani di Bari e di Fasano, saranno utilizzate per realizzare la quinta edizione del calendario per il 2018. Il concorso dura una settimana, da oggi fino a lunedì 9 ottobre: il bando, completo di tutte le informazioni, è in pubblicazione su www.saidworld.com e sul profilo facebook Said Mondo. Una giuria qualificata si occuperà di selezionare le foto inviate dai partecipanti.
Nicola Cutino ha parlato dei nuovi progetti di valorizzazione delle tradizioni popolari e del dialetto barese, per cui l’associazione Said ha ottenuto anche il sostegno della Soprintendenza archivistica.
Luana Amati ha portato il saluto del sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria, sottolineando il legame della sua città con Bari e la notevole somiglianza tra i due dialetti.
Alla conferenza stampa sono intervenuti anche Vitaliano Iannuzzi del Conservatorio di Bari, Rosa Capozzi, ricercatrice CNR, lo scrittore Vittorio Stagnani e alcuni funzionari dell’Archivio di Stato di Bari.
Al termine dell’incontro il presidente Cascella, a nome dell’amministrazione comunale di Bari, ha donato all’assessore Amati il libro delle foto di Piripicchio, nome d’arte di Michele Genovese, noto artista del teatro di strada barese, con testi a cura di Lino Angiuli.
Per ulteriori informazioni, è possibile telefonare al numero 389 5878424 o inviare una mail a info@saidworld.com e concorsi@mondosaid.com.