Bari, presentata RobocupJr Italia

Ad aprile la gara di robotica tra le scuole

robocupjr bambiniBARI – È stata presentata questa mattina a Palazzo di Città l’ottava edizione delle gare nazionali di robotica RobocupJr Italia, in programma alla Fiera del Levante di Bari, dal 27 al 30 aprile prossimi. RobocupJr è una rete nazionale di scuole che ogni anno organizza le gare italiane di robotica riconosciute a livello internazionale. Quest’anno è Bari a ospitare la manifestazione, con 150 squadre che si sfideranno per quattro giorni a colpi di rescue, theatre, dance e soccer, ospiti dell’Istituto “Japigia1 – Verga”, la prima scuola del primo ciclo del Sud ad aver organizzato RobocupJr Italia. Alla presentazione sono intervenuti l’assessora comunale alle Politiche educative a giovanili Paola Romano, l’assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone, il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Anna Cammalleri, il segretario generale della Camera di Commercio Angela Partipilo, i dirigenti scolastici dell’Istituto comprensivo “Japigia 1 – Verga”, Patrizia Rossini, e del “Galileo Ferraris” di Vercelli, Giovanni Marcianò. L’evento barese è sostenuto da Comune, Regione Puglia, Camera di Commercio e aziende locali e nazionali. Per far fronte alle spese è stata attivata anche una piattaforma di crowdfunding.

L’amministrazione – ha esordito Paola Romano – appoggia questa iniziativa con entusiasmo perché rappresenta una grande opportunità per Bari in quanto, avere in città millecinquecento ragazzi che si interessano di robotica e che la utilizzano non solo come metodo didattico ma anche come veicolo di trasmissione delle conoscenze e possibilità di vivere la scuola come un’esperienza performante, apre orizzonti inimmaginabili per le giovani generazioni e per l’intera comunità. È la prima volta che una città del Mezzogiorno ospita un evento del genere, circostanza che ha richiesto un notevole impegno e una stretta collaborazione con Regione, Camera di Commercio, Ufficio scolastico regionale e con i privati che hanno aderito all’invito. Il prossimo obiettivo è di rendere l’intera Puglia un polo avanzato della robotica educativa”.

Questa iniziativa – ha dichiarato Loredana Capone – dimostra che la Regione ha deciso da tempo di investire seriamente sull’innovazione. Nel caso specifico, RobocupJr riunisce diverse competenze in una democrazia nuova, nel segno della conoscenza di nuovi codici e di nuove modalità di apprendimento che migliorano notevolmente l’approccio alla tecnologia”. “ Il sistema scolastico pugliese – ha osservato Anna Cammalleri – rappresenta una parte rilevante del mondo dell’istruzione italiano, circa un nono, quindi è importante che anche le nostre scuole siano in grado di interpretare al meglio i cambiamenti di una società in divenire, e di anticipare di conseguenza i processi formativi dei ragazzi ”.

La scuola Verga – ha ricordato la dirigente Patrizia Rossini – è impegnata nella robotica ormai da cinque anni: abbiamo iniziato quasi per scherzo quando, alcuni anni fa a Napoli, fui invitata a presentare un progetto di e-learning da noi realizzato. Da allora non ci siamo più fermati, nonostante la carenza difondi che ci ha spinto a chiedere aiuto al territorio. La nostra perseveranza è stata premiata, il nostro progetto è stato approvato dal ministero, e adesso siamo qui, notevolmente cresciuti e maturati, ma soprattutto entusiasti”. “ Anche il mondo imprenditoriale è rimasto impressionato dal talento dimostrato da questi giovanissimi – ha concluso Angela Partipilo – e mi piace pensare alle brillanti prospettive che li aspettanouna volta entrati nel mondo del lavoro, sia qui sia all’estero”.