Bari, “OpenArt – Festa delle Arti”: il 7 aprile nella Vallisa la rassegna multidisciplinare promossa da Pietra su Pietra e Linea d’Arte

44

presentata la rassegna openart in programma il 7 aprile

I dettagli

BARI – Si terrà domenica 7 aprile, dalle ore 19.30 alle 22, nell’auditorium Vallisa, in strada Vallisa 11, il festival “OpenArt – Festa delle Arti”, la rassegna promossa dalle associazioni culturali Pietra su Pietra e Linea d’Arte.

I dettagli della manifestazione sono stati presentati questa mattina, a Palazzo di Città, dalle presidentesse delle associazioni “Pietra su Pietra” e “Linea d’Arte”, Adele Dentice e Loredana Albanese, e dal direttore artistico Luigi Mastromauro.

L’evento si articola in un ricco programma multidisciplinare con performance che spaziano dalla musica alla danza, dal teatro alla letteratura, dal cinema e alle arti visive. Commistioni di natura espressiva apparentemente differenti ma che s’incontrano in un unico spazio da esplorare e si confrontano influenzandosi a vicenda diventando spunto di riflessione, soprattutto per le giovani generazioni.

La manifestazione intende, quindi, promuovere un approfondimento culturale che coinvolga tutti in modo da mettere in risalto e valorizzare il patrimonio e le eccellenze artistiche, nonché i talenti del territorio pugliese.

La nostra è un’idea di festa delle arti perché le arti sono in grado di aprire universi immensi e senza confini – ha dichiarato Adele Dentice -. Con Loredana Albanese e Luigi Mastromauro abbiamo quindi deciso di organizzare questo festival. Si sono proposti in parecchi, la maggior parte dei quali sono giovani anche se con diverse esperienze alle spalle. La serata, che prevede l’esibizione di 18 artisti e due performance di pittura e scultura, sarà suddivisa in tre parti distinte, anche per dare il modo agli ospiti di scegliere a quale parte della rassegna assistere. In apertura, l’esibizione di un coro di bambini che conferirà un’aria più festosa all’evento“.

L’ingresso è libero.

Di seguito il programma completo della rassegna:

· “Il Mago di Oz”: coro di voci bianche in lingua inglese dell’Academy of Arts di Bari

· monologo “Eva”, a cura dell’attrice Angela Borromeo accompagnata al pianoforte da Matteo di Tommaso

· performance multimediale a cura di Veronica Liuzzi

· esibizione del baritono Antonio Stragapede accompagnato al piano da Francesco Bacellieri e al violino da Eleonora Di Modugno

· “Romeo e Giulietta”, esibizione della compagnia teatrale “Fattoria degli artisti” (Gianbattista Rossi e Nico Calabrese)

· musica e parole del cantautore e scrittore Leo Tenneriello

· performance musicale e luminosa “Kamo vol.1”, a cura del gruppo musicale Kamo (Michele Antonacci, Carlo Romano e Costantino Antonacci) e del duo artistico “Kabum” (Teresa Romano e Marco Testini)

· “Pericolosamente”, una commedia scritta da Eduardo De Filippo a cura della compagnia “Pufa”

· spettacolo di magia “M di Magia”, a cura di Roberto Muci del Club Magico Pugliese

· intervento musicale del pianista e compositore Matteo Di Tommaso

· reading a cura dello scrittore Francesco Sammarelli, accompagnato al pianoforte da Matteo di Tommaso

· proiezione del cortometraggio “La bellezza nella diversità”, prodotto da Strada Facendo Onlus con la regia di Vincenzo Ardito (Accademia del Cinema Enziteto)

· “Edmeda duo Project”, a cura della cantante Paola Edmea Isaja e del pianista Leo Volpicella

· esibizione della compagnia teatrale d’improvvisazione Gli Improvabili

· musica jazz a cura dei musicisti Eleonora Di Modugno e Francesco Bacellieri

· momento di danza contemporanea “Contactless”, a cura della compagnia “Breathing Art Company” di Simona De Tullio (Ilaria Lacriola e Francesco L’Abbate)

· “Oniric Trip”, opera di Videoarte realizzata dagli artisti Massimo Nardi e Angela Regina

· “Home”, installazione artistica di Francesco Paolo Cosola

· performance “Le radici dell’arte” ed esposizione della scultura di Daniela Giglio (associazione culturale “Noi che l’Arte”)

· Tango “La social” a cura di Max e Elda, con la lettura a cura dell’attrice Angela Borromeo.