Bari, online l’avviso per l’assistenza civica in favore degli alunni frequentanti scuole in aree a rischio

16

logo Bari

Pubblicato l’avviso

BARI – È stato pubblicato sul sito del Comune l’avviso pubblico per l’attuazione del progetto di assistenza civica in favore degli alunni frequentanti tredici istituti scolastici cittadini rientranti in aree ritenute a rischio di devianza sociale.

L’assistenza civica sarà finalizzata a garantire la prevenzione di ogni forma di coinvolgimento, sia attivo che passivo, di minori in fatti di rilevanza penale e di atteggiamenti elusivi di forme di comportamento civile, come vandalismo, bullismo, spaccio di sostanze stupefacenti o reati di pedofilia; assicurare, a completamento ed integrazione della gestione del servizio di trasporto scolastico, l’attività di attraversamento delle strade, in entrata e in uscita dalle scuole, all’inizio e al termine delle attività didattiche.

L’avviso, dell’importo di 70mila euro, è rivolto a organizzazioni di volontariato, enti di promozione sociale, enti iscritti all’anagrafe onlus, enti ecclesiastici cattolici operanti nel comune di Bari, senza finalità di lucro e con esperienza documentata, di durata almeno annuale, nel settore oggetto dell’avviso.

Con la pubblicazione di questo avviso – commenta l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano – vogliamo contribuire a garantire la sicurezza dei bambini e dei ragazzi che frequentano le scuole cittadine in aree considerate più a rischio, riconoscendo un piccolo rimborso a quanti saranno impegnati nelle attività richieste. Tra queste, la vigilanza in entrata e uscita da scuola e il supporto ai più piccoli nell’attraversare in sicurezza la strada stanno particolarmente a cuore ai genitori. Senza dimenticare che osservare quotidianamente le dinamiche tra i ragazzi può consentire di individuare eventuali criticità da segnalare agli organi competenti”.

L’assistenza civica non prevede poteri impositivi e repressivi, che rientrano esclusivamente nelle competenze di altre istituzioni, ma va inteso come intervento aggiuntivo e di supporto.

Il progetto sarà svolto per 8 mesi, da gennaio a maggio e da ottobre a dicembre 2020. La domanda di partecipazione, insieme a tutta la documentazione prevista dall’avviso, dovrà essere spedita per posta o presentata direttamente entro il prossimo 18 dicembre.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla ripartizione Politiche Educative e Giovanili del Comune di Bari – tel. 080/5773809 (Caterina Valrosso) – 080/5773806 (Gianfranco Giuliani).