Bari, nuovo anno all’insegna della pace

6

lungomare bari (con strada)

Il 20 gennaio l’incontro informativo online sul servizio civile

BARI – Giovani, fra i 18 e i 28 anni, impegnati in attività di sostegno a donne vittime di tratta: è questa la proposta attivata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, all’interno del bando per il Servizio Civile Universale, sul territorio della provincia di Bari.

Il giorno 20 gennaio alle ore 16.00 l’incontro online di presentazione del progetto “2021 OLTRE LA STRADA C’è LA VITA” con 2 posti disponibili sul territorio barese.

Possono partecipare al bando i giovani, senza distinzione di sesso, che al momento della presentazione della domanda hanno compiuto 18 anni e ne hanno meno di 29; è concessa una deroga ai giovani che hanno interrotto, a causa dell’emergenza sanitaria, il servizio civile nel bando 2020, anche se hanno già compiuto i 29 anni. È possibile presentare domanda di adesione entro il 26 gennaio 2022. I giovani avranno un impegno di 25 ore settimanali e ricevono un contributo spese di 444,30 euro mensili.

«Non vogliamo soltanto fare qualcosa per i giovani — commenta il Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII, Giovanni Ramonda — ma con i giovani, per renderli protagonisti assieme a noi della difesa nonviolenta della Patria, che significa, per usare le parole del Presidente Mattarella: “tutelare e promuovere i valori istitutivi della Repubblica e dell’Unione Europea, quali la protezione sociale, la solidarietà, il rispetto della dignità umana, valori che oltre a essere alla base del funzionamento di ogni democrazia, costituiscono un patrimonio di principi solidaristici e morali fondamentali per la crescita di ogni individuo”».