Bari, “Musica in Libertà”: il 31 maggio omaggio a Skrjabin

22

Nella Chiesetta – Sala Matrimoni del Municipio 1 il pianista Filippo Balducci proporrà un viaggio a tutto tondo nella produzione del compositore russo. Concerti alle 11.30 e alle 17.00 a ingresso gratuito

BARI – Prosegue “Musica in Libertà” a cura dell’EurOrchestra. Il prossimo 31 maggio il noto pianista Filippo Balducci, acclamato dalla stampa internazionale, e docente del Conservatorio barese omaggerà il grande compositore Skrjabin, nato a Mosca nel 1872, nel 150° anniversario della nascita. In programma la Sonata n. 10, quattro Mazurke dall’ op. 25, 8 studi op.42, e la Sonata n. 7 sottotitolata “Messa bianca”. Due gli appuntamenti in programma, come di consueto: al mattino alle 11.30 e nel pomeriggio alle 17, sempre nella Chiesetta – Sala Matrimoni del Municipio 1, in via Trevisani 206 a Bari, con ingresso gratuito.

Quello di Balducci sarà un viaggio a tutto tondo nella produzione del compositore russo, caratterizzata da una evoluzione che passa dall’affinità stilistica con i modelli chopiniani, ad una ricerca sempre più ostinata di assolutezza attraverso la scarnificazione della materia musicale, in una propensione continua, attraverso una visione sempre più mistica della vita, a raggiungere mete di conoscenza e di luce che trascendono l’umano, e raggiungono o suggeriscono visioni simboliche e oniriche.

«Continuiamo l’esplorazione del mondo intorno al pianoforte – commentano i direttori artistici dell’EurOrchestra, i Maestri Francesco Lentini e Angela Montemurro -. Questi concerti di “Musica in Libertà”, voluti fortemente anche dal presidente del Municipio 1 Lorenzo Leonetti, sono inseriti nel nostro “Piano Festival San Nicola” con cui da diversi anni lanciamo messaggi di pace vista l’universalità del culto verso il nostro santo. Ed ecco che oggi ancora di più acquista valore per noi portare all’attenzione del pubblico un autore che tanta parte ha avuto nella creazione della storia della musica occidentale moderna, e che fa da ponte tra le culture europee, quelle slave e addirittura quelle orientali, di cui ha subito il fascino, che ha trasmesso così bene nella sua arte catartica e estatica. La Musica si deve fare portatrice dei valori della pace e della convivenza civile, e deve aiutarci a superare anche i difficili momenti che stiamo attraversando, guardando alle comuni radici del Bene e del Bello che accomunano la storia dell’Uomo».

Tra la prima e la seconda parte del concerto lo scrittore Bruno Volpe presenterà il suo libro “Caffè Quotidiano” edito da Di Marsico libri.

I concerti proseguiranno ogni martedì fino al 5 luglio, per poi riprendere a ottobre: un concerto matinée alle 11.30 e un concerto pomeridiano, lo stesso, alle 17.00, per ampliare l’offerta culturale e artistica in questo periodo difficile che stiamo tutti attraversando.

Per informazioni
328/4475514 – 340/6474749 – 080/5744559