Bari, “Municipi senza frontiere”: a Palazzo di Città la delegazione delle città siriane del programma di cooperazione internazionale promosso dall’Anci

logo Bari

Appuntamento per domani

BARI – Domani, sabato 15 dicembre, alle ore 17.30, il sindaco Antonio Decaro riceverà a Palazzo di Città una delegazione di amministratori delle città siriane di Hasakeh, Qamishlo, Qamishlo Est e Tell Kocher.

Con il sindaco ad accogliere gli ospiti ci saranno il presidente di Amiu Puglia Sabino Persichella e il commissario dell’Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti Gianfranco Grandaliano.

Dopo l’attività di scambio e formazione in Iraq tra i rappresentanti siriani e gli esperti delle città italiane che hanno aderito al progetto di cooperazione internazionale, la visita a Palazzo di città rientra nel programma organizzato dall’ANCI a Bari nell’ambito del progetto di cooperazione internazionale “Municipi senza frontiere”, al fine di supportare le municipalità siriane e irachene nella gestione dei propri territori, delle risorse idriche e dell’erogazione dei servizi alla popolazione.

L’iniziativa si pone l’obiettivo di sostenere la ricostruzione del tessuto socio-economico in un’area particolarmente segnata dai recenti conflitti e per garantire, quindi, pace e sviluppo sostenibili.

Nello specifico la delegazione siriana accompagnata da Antonio Ragonesi e Letizia Pasculli dell’ANCI sarà così composta:

· Kawa Mahmoud Khalaf – Direttorato dell’acqua, Municipalità di Hasakeh

· Berivan Adnan Omar – Dipartimento delle municipalità e del turismo, Municipalità di Qamishlo

· Hazna Ibrahem Youssef – Dipartimento delle municipalità e del turismo, Municipalità di Qamishlo

· Ronak Mahmoud Ahmad – Dipartimento tecnico, Municipalità di Qamishlo

· Sonia Musa Mirza – Municipalità di Qamishlo Est

· Ali Abdelkareem Abead – Municipalità di Tell Kocher

· Breen Sami Muhammad – Municipalità di Qamishlo.

Il programma della delegazione delle municipalità siriane nei giorni di visita a Bari prevede ulteriori incontri istituzionali presso l’Acquedotto Pugliese e l’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari.