Bari Multiservizi dona 130 uova di pasqua alla Casa delle bambine e dei bambini

22

bari multiservizi dona 130 uova di pasqua - la consegna alla cbb

Un gesto solidale da parte dei dipendenti dell’azienda nei confronti delle famiglie in difficoltà

BARI – La Bari Multiservizi ha acquistato 130 uova di pasqua da donare ai bambini della città e, d’accordo con l’assessorato comunale al Welfare, le ha consegnate questo pomeriggio presso La Casa delle bambine e dei bambini, il centro polifunzionale per la prima infanzia che dal 2017 offre servizi e percorsi laboratoriali qualificati ai bambini, alle bambine e alle loro famiglie, con una particolare attenzione ai nuclei più fragili.

Nelle prossime ore le uova, accompagnate da un biglietto d’auguri dell’azienda, saranno distribuite, a cura dei volontari della rete cittadina del welfare, alle famiglie seguite dal centro.

In occasione delle festività pasquali, la società era solita acquisire le uova destinate ai propri dipendenti da associazioni benefiche scelte di volta in volta. Quest’anno, per effetto dell’emergenza sanitaria, le associazioni contattate hanno evidenziato di non essere nelle condizioni di confermare l’iniziativa solidale. Per questo, la Bari Multiservizi ha deciso da un lato di mantenere l’appuntamento con il tradizionale scambio di auguri in azienda, pur con tutte le precauzioni del caso e, dall’altro, d’accordo con tutti i dipendenti, di regalare un uguale numero di uova, 130, ad altrettanti bambini individuati dal Comune. Un piccolo gesto solidale da parte di un’azienda che in questo momento, dopo molte vicissitudini, grazie al proprio socio, ha certezze anche lavorative che altri non hanno o, peggio, non hanno mai avuto. Un segno di vicinanza da parte di chi lavora ogni giorno per la nostra città in favore di chi in questo momento sta subendo maggiormente il peso della crisi in atto.

Ringrazio la Bari Multiservizi e tutti i suoi lavoratori per questa iniziativa solidale che consentirà a tanti bambini e a tante bambine della nostra città di assaporare il gusto della festa anche in questa Pasqua così diversa, segnata dalle preoccupazioni e dall’incertezza – commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -. La nostra città si sta stringendo, almeno idealmente, per affrontare unita le difficoltà di questo periodo: di giorno in giorno continuano a moltiplicarsi le testimonianze di solidarietà, grandi e piccole, a riprova del fatto che ci sentiamo tutti parte di un’unica comunità“.