Bari, “Riflessi sul mare”: dal 13 giugno i mini campi estivi gratuiti

7

Il progetto finanziato dall’assessorato al Welfare è  finalizzato a favorire il benessere psico-fisico e la socializzazione

BARI – Partirà lunedì 13 giugno “Riflessi sul mare”, l’iniziativa promossa dalla cooperativa sociale San Giovanni Di Dio e finanziata dall’assessorato al Welfare con l’obiettivo di favorire il benessere psico-fisico, la socializzazione e le relazioni tra minori e adulti con disabilità e a rischio devianza.

Si tratta di mini campi estivi gratuiti a contatto con il mare, nel corso dei quali gli utenti avranno la possibilità di scoprire l’ambiente marino attraverso l’esplorazione, la consapevolezza e la costruzione di un pensiero critico sul rapporto tra se stessi e il contesto circostante e sulla eco-sostenibilità. Al centro delle attività la cura dell’ambiente e del mare con l’intento di sollecitare l’interesse dei beneficiari a vivere esperienze di socialità all’aria aperta e in armonia con l’ambiente, secondo i principi di tutela e rispetto per la natura.

“L’assessorato al Welfare, assieme alla rete territoriale e in continuità con quanto realizzato quotidianamente nei quartieri accanto ai programmi territoriali dei centri diurni per minori, dei centri polivalenti per anziani e dei centri famiglie, intende potenziare e ampliare, da nei mesi da giugno a settembre, le iniziative a sostegno di famiglie, anziani e bambini, con particolare attenzione a quelli con disabilità – commenta Francesca Bottalico -. Sarà un programma ricchissimo di iniziative diffuse nei parchi, nelle piazze, nei luoghi di prossimi al mare ma anche a domicilio. La prima programmazione di attività per minori partirà la prossima settimana con le veleggiate estive e le attività sulla costa, attraverso il coinvolgimento di circa 250 minori e adulti con disabilità, affetti da spettro autistico in condizioni di disagio socio-economico che potranno accedere gratuitamente alle attività educative e aggregative organizzate sulla barca confiscata alle mafie. Accanto alle veleggiate saranno organizzati anche momenti laboratoriali, attività con la musica, giochi e iniziative a contatto con il mare.

Mentre nei prossimi giorni partiranno i programmi di “Bari Social Summer” ed “Estate leggerà” coordinati dalla Biblioteca dei Ragazzi[e] e Bari Social Book, con oltre 100 eventi gratuiti diffusi e finalizzati al contrasto alle povertà educative, nonché il programma “Feste d’Estate” con giochi e feste itineranti per minori con gravi disabilità e il progetto “Estate Anziani”. Tutte occasioni per favorire l’incontro, la socializzazione e il sostegno a tante persone che non hanno possibilità di andare in vacanza, in un’ottica inclusiva e di welfare socio-culturale”.

Diverse le azioni previste dal progetto che propone esperienze di gioco individuale e di gruppo, lavori guidati di manipolazione, pittura, disegno e costruzione coordinati da educatori, animatori sociali e dagli skipper professionisti della scuola di vela “A vele spiegate”:

· In piedi: percorso sensoriale strutturato sulla conoscenza degli elementi del mare (sabbia, ciottoli, alghe, conchiglie e acqua) e sulla raccolta degli elementi inquinanti come la plastica, il polistirolo, le reti da pesca, imballaggi e altri materiali;

· Veleggiate: seguiti da uno skipper professionista, i partecipanti avranno la possibilità di guardare la città dal mare grazie all’organizzazione di escursioni a bordo dell’imbarcazione “Kalimchè”, confiscata alla criminalità organizzata, concessa al ministero della Giustizia per le attività di inclusione attiva di minori a rischio devianza e ristrutturata attraverso un finanziamento dell’assessorato al Welfare;

· Tra sogno e realtà: produzione di disegni ed elaborati in cui grandi e piccoli manifesteranno la propria idea di mare e costa;

· Fuori dall’acqua: realizzazione e installazione di un’opera collettiva da creare con materiali di riciclo;

· Plastique He-ART: realizzazione di oggetti con materiale di recupero;

· Parole dal mare: momenti dedicati alla lettura di storie legate al mare;

· Bubble color: opera collettiva realizzata con palloncini e tempere che richiamano le varie sfumature del blu:

· Nel profondo blu: realizzazione di tele personali attraverso l’utilizzo di elementi naturali donati dal mare;

· Giochi di movimento e attività ludiche di vario genere.

Le azioni multidisciplinari intendono sviluppare nuove esperienze di apprendimento attraverso il learning by doing, stimolare la creatività degli utenti e insegnare loro a collaborare.

Le attività, che si terranno presso la sede della scuola di vela “A Vele Spiegate”, nella darsena di Marisabella, per concludersi il prossimo 24 settembre, sono rivolte a 250 persone tra minori e adulti, con disabilità, con lo spettro d’autismo, con disagio psico-sociale, a rischio di devianza e migranti.

La partecipazione al progetto avverrà su segnalazione dei Servizi sociali e dell’assessorato al Welfare o tramite iscrizione diretta presso la segreteria della cooperativa sociale San Giovanni di Dio, telefonando al numero 351 0854246 o inviando una mail a e.lascaro@sangiovannididio.it.