Bari, “Le Strade di San Nicola”: sul palco del Teatro Petruzzelli torna lo spettacolo di solidarietà della federazione

3

locandina

BARI – Mercoledì 8 dicembre, torna nel Teatro Petruzzelli, lo spettacolo “Le Strade di San Nicola”, lo show organizzato dall’omonima federazione che, nel nome della solidarietà, vedrà artisti di fama nazionale alternarsi sul palco.

“Le Strade di San Nicola” è un’iniziativa benefica che si ispira al Santo di Myra, protagonista di numerose leggende fatte di miracoli in favore di poveri e diseredati. Quindi il progetto, da sempre orientato all’altruismo e alla beneficenza, prevede che il ricavato della serata venga interamente devoluto ad attività benefiche individuate attraverso le associazioni confederate.

Ad esibirsi quest’anno saranno Noemi, Serena Brancale, Audio 2, Gianni Cinelli, Terraros, Vince Abbracciante e tanti altri, con la conduzione di Mauro Pulpito e Alessandra Bucci e la direzione artistica di Fabiano Marti.

Fortemente motivati e coinvolti da questa iniziativa di solidarietà gli artisti protagonisti della serata.

Sono contenta di partecipare ancora una volta a questa importante manifestazione di solidarietà – ha affermato Serena Brancale – sempre con uno staff ricco di amici e persone alle quali sono molta legata. In questa mia seconda esibizione per Le strade di San Nicola canterò un brano di Domenico Modugno in siciliano e un brano con la batteria elettronica in dialetto barese “Sta uagned”, che porto da sempre in tour. Poi inviterò sul palco mia sorella, pianista classica, per proporre insieme due brani. Eseguiremo un omaggio a Lucio Dalla e un brano classico di Debussy sul quale ho scritto un testo”.

Allo stesso modo i suonatori e menestrelli della bassa Murgia, i Terraros hanno espresso la loro gioiosa partecipazione.

Aiutare gli altri in un contesto come questo è davvero un piacere per noi – ha spiegato il frontman del gruppo Dominique Antonacci – perché oltre a fare del bene, rincontriamo tanti amici e abbiamo la possibilità di esibirci su un palco tanto importante come quello del teatro Petruzzelli. Eseguiremo i nostri brani di musica popolare con l’intenzione di portare il sorriso tra la platea ma anche oltre”.

Non si discosta il fisarmonicista ostunese.

Sono molto felice – ha detto Vince Abbracciante – di essere stato invitato a partecipare a questo evento benefico, dal mio caro amico Fabiano Marti, di conoscere la grande famiglia de Le Strade di San Nicola e di esibirmi in un teatro tanto importante come il Petruzzelli. Qui proporrò un paio di brani. Suonerò una mia prima esecuzione che ho dedicato a mio padre, un tango che si avvicina allo stile di Astor Piazzolla e poi un brano di Ennio Morricone, che ho omaggiato già quando era in vita e ora, che non c’è più, lo ripropongo con maggiore emotività”.

Dopo un anno di pausa forzata a causa della pandemia – sottolinea il Direttore artistico Fabiano Marti – ho l’onore di curare, per il secondo anno, la direzione artistica di questo bellissimo evento, che ci regala sempre grandissime emozioni e, soprattutto, tanta solidarietà. Ringrazio il presidente Lorenzo Moretti e tutta la squadra de “Le strade di San Nicola” per la fiducia e per l’occasione che ancora una volta mi hanno dato di far parte di un progetto che ho particolarmente a cuore e al quale mi onoro di contribuire con il mio lavoro”.

Siamo particolarmente emozionati per questa edizione e lo siamo per tanti motivi – dice Lorenzo Moretti –. Come tutti, abbiamo dovuto adeguarci alle restrizioni imposte dalla pandemia ma non abbiano mai perso l’entusiasmo. I nostri progetti sono andati avanti e, in questo anno di pausa, li abbiamo semplicemente convertiti leggendo le necessità del territorio. Torniamo con uno spettacolo ricco ma non vogliamo dimenticare che abbiamo ancora un nemico da combattere. Abbiamo quindi deciso di dedicare questa edizione de “Le strade di San Nicola”, ai medici e alle infermiere che, da due anni, combattono contro il Covid. Il loro impegno e i loro sacrifici sono stati e continuano a essere un esempio per tutti noi. Con questa dedica riapriamo il nostro spettacolo, sperando di poter dare anche noi un contributo alle necessità e ai bisogni della nostra città”.

Nel corso di ogni edizione vengono celebrate due eccellenze nazionali. Il momento più importante dello show è costituito dall’assegnazione del Premio “Le Strade di San Nicola” conferito ad una personalità che si è distinta per generosità e sostegno ad iniziative solidali: quest’anno riceveranno il premio la dottoressa Lidia Dalfino e Francesco Miccoli, un infermiere del reparto Covid. Il premio sarà solo simbolicamente consegnato a loro ma, in realtà, è rivolto a tutti i loro colleghi che in questi due anni hanno combattuto e stanno combattendo in prima linea contro la pandemia.

Ad un artista del territorio sarà, invece, consegnato il premio “Le Strade di San Nicola ART”. Gli artisti, tutti di fama nazionale, sono

Biglietti disponibili in prevendita presso La Biglietteria, in largo Adua 3, tutti i giorni a partire dalle ore 17.30, e sul circuito Vivaticket. Info: 340 4873006 – 335 8076626 – www.lestradedisannicola.it.

FEDERAZIONE “LE STRADE DI SAN NICOLA”

È un gruppo di associazioni e fondazioni cittadine che da sette anni hanno lanciato una sfida senza precedenti: un sogno comune da realizzare tutti insieme nel nome della solidarietà. Un ambizioso progetto condiviso che prende corpo nella creazione di un evento ogni anno, unico ed irripetibile, orientato al raggiungimento di un obiettivo solidale, sempre diverso. Sino ad oggi hanno scelto di far parte de “Le Strade di San Nicola” ben diciotto associazioni che lavorano nel sociale, che hanno creduto fermamente nel progetto realizzando ben 25 progetti.

I PROGETTI 2021

• Emozioni in Musica (AIPD)
Il progetto Emozioni in Musica, presentato dall’AIPD di Bari in partnership con l’associazione MusicaInGioco, prevede anche il coinvolgimento di istituti scolastici. L’iniziativa nasce dalla convinzione che la musica sia un diritto di tutti e un efficace strumento di integrazione sociale e personale per bambini e adolescenti con difficoltà di apprendimento, forte disagio socio/economico o vittime di bullismo. Saranno creati due nuclei orchestrali giovanili che potranno realizzare concerti pubblici. L’attività musicale diventerà il mezzo per promuovere e sviluppare nei giovani musicisti nuove competenze, autostima, benessere psicofisico e la capacità di “star bene insieme”.

• Un Parco Altro (Rotary Club Bari Mediterraneo)
Il progetto proposto prevede la valorizzazione e la fruizione alternativa dell’area protetta di Lama Balice attraverso il coinvolgimento di persone con disabilità, che saranno formate per diventare accompagnatrici naturalistiche durante le visite e le attività in programma nel Parco, rivolte alla cittadinanza e agli studenti di scuola primaria e secondaria.
L’iniziativa si propone di abbattere le barriere legate agli stereotipi e ai pregiudizi verso le persone con disabilità promuovendo una modalità di fruizione del parco accessibile e inclusiva.

• Smiling choc (We are stronger charity)

“We Are Stronger ODV” con il progetto Smiling Choc intende supportare i bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni al fine di prevenire i fenomeni del bullismo e del disordine alimentare, proponendo una serie di attività tra cui la lettura della versione italiana del libro “Kindness is all around”. L’obiettivo del progetto è quello di aiutare i bambini a stabilire un rapporto equilibrato con il cibo fin dall’infanzia, aiutandoli a prevenire i disturbi alimentari, a costruire relazioni solide con gli altri, a rispettare le diversità, a rafforzare la propria autostima e a superare il bullismo.

• Orto d’Ognissanti (APS Marcobaleno)

L’Orto d’Ognissanti, situato nei pressi dell’omonima parrocchia, proporrà attività collettive di giardinaggio, orticoltura e frutticoltura al fine di fornire uno strumento terapeutico e riabilitativo per le persone con disabilità: sarà uno spazio vitale per favorire la socializzazione e l’integrazione secondo uno stile di vita eco-sostenibile. Inoltre, l’orto sarà fruibile da tutte le scuole primarie che intendano avviare un percorso di sensibilizzazione e formazione per i propri alunni anche in orari extra scolastici.