Bari, fornitura di beni di prima necessità per senza fissa dimora

27

La giunta approva la sponsorizzazione per lavori di manutenzione di un locale di proprietà comunale

logo BariBARI – Su iniziativa dell’assessora al Welfare Francesca Bottalico, la giunta ha approvato questa mattina la proposta di sponsorizzazione presentata dalla ditta “De Carne Onofrio Rappresentanze” per la realizzazione dei lavori di manutenzione di un locale di proprietà comunale al piano terra, in via Tanzi – zona antistante il mercato Guadagni – all’interno del quale sarà attivato un servizio per la fornitura di beni di prima necessità in favore di persone senza fissa dimora.

L’azienda si è infatti impegnata a delegare l’esecuzione degli interventi ad altra società in possesso dei requisiti necessari, accollandosene le spese, che comunque non superano l’importo di 40mila euro, in cambio di un ritorno di immagine così come previsto dall’art. 10 del Regolamento comunale sulle sponsorizzazioni.

Al termine delle operazioni di ripristino della funzionalità dei luoghi, la gestione del servizio sarà affidata a una realtà del mondo del volontariato individuata dalla ripartizione Patrimonio. La ripartizione IVOP si occuperà di impartire le prescrizioni opportune in merito alla progettazione e alla direzione dei lavori e all’esecuzione del contratto, nonché di provvedere al collaudo finale dell’opera.

Attraverso il sostegno dei privati il Comune di Bari – assessorato al Welfare, che intende favorire una migliore qualità dei servizi rivolti ai cittadini e allo stesso tempo contenere il più possibile la spesa pubblica, potrà così potenziare le attività e offrire sostegno ai cittadini più fragili e alla rete delle realtà, laiche e cattoliche, che da tempo svolgono attività di volontariato nei pressi della stazione individuando un luogo dignitoso, più sicuro, più protetto, ove conservare materiale, creare spazi di ascolto, distribuire materiale, con acqua corrente e un bagno per i volontari.

Negli scorsi mesi abbiamo realizzato diversi sopralluoghi, anche grazie alla rete di grandi stazioni, con i tecnici della ripartizione Lavori pubblici e con le imprese private interessate a sostenerci – dichiara l’assessora al Welfare Francesca Bottalico – ma gli spazi disponibili richiedevano importanti lavori di ristrutturazione e messa a norma e, soprattutto, erano lontani dalla stazione, luogo di riferimento per le persone senza fissa dimora. Questo servizio rientra in un programma cittadino più ampio di contrasto alle povertà che stiamo pianificando attraverso l’attivazione di numerose azioni sperimentali, dalla creazione della rete di accoglienza diffusa notturna all’attivazione di sportelli di prossimità, empori sociali per la famiglia e la terza età, unità di strada per la prevenzione, spazi salute per anziani soli e potenziamento dell’assistenza domiciliare per i minori e gli anziani non autosufficienti”.

Questa azione – prosegue il vicesindaco e assessore al Patrimonio Vincenzo Brandi – si aggiunge a quanto stiamo avviando nel quartiere San Pio, dove spazi di proprietà comunale sono stati affidati a realtà associative per realizzare luoghi di supporto a famiglie in situazione di forte disagio economico. Il nostro impegno per la valorizzazione di tutti gli immobili nella disponibilità dell’amministrazione rimane prioritario, con l’idea di rendere ciascuno di questi luoghi, soprattutto nelle periferie, spazi di valenza sociale e civile aperti alle istanze dei cittadini”.

Al soggetto individuato come sponsor, il Comune di Bari garantirà:

* un ritorno di immagine mediante la possibilità di veicolare il proprio logo / marchio/ ragione sociale nell’apposita campagna di comunicazione (manifesti, opuscoli, conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa);
* la possibilità, previo assenso dell’amministrazione comunale, di utilizzare lo status di sponsor nelle proprie campagne di comunicazione;
* la pubblicazione e la condivisione delle notizie relative all’attività dello sponsor sui social network;
* l’inserimento del nominativo dello sponsor nei ringraziamenti per la realizzazione dell’iniziativa sul portale istituzionale del Comune di Bari;
* l’affissione di una o più targhe di ringraziamento all’interno dei locali.