Bari, inaugurazione del nuovo allestimento del Museo Nicolaiano

60

inaugurazione nuovo allestimento del museo nicolaiano

Presente anche il sindaco Antonio Decaro

BARI – Il sindaco Antonio Decaro ha partecipato all’inaugurazione del nuovo allestimento del Museo Nicolaiano, realizzato in collaborazione con l’Accademia Cittadella Nicolaiana. In sei mesi è stato riqualificato il piano terra, con un concept più moderno, un primo passo in un progetto più ampio di valorizzazione. Il Museo Nicolaiano è il museo che dal 2010 custodisce i pezzi più caratteristici della storia della Basilica di San Nicola. “Un tassello importante – ha sottolineato il primo cittadino – dell’offerta culturale a disposizione dei baresi e dei tanti turisti che arrivano ogni giorno in città”.

Al taglio del nastro hanno partecipato, oltre al sindaco Decaro, anche l’Arcivescovo di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci, il Rettore della Pontificia Basilica San Nicola, padre Giovanni Distante, il presidente dell’Accademia Cittadella Nicolaiana, Alberto Losacco, il direttore del Museo, padre Gerardo Cioffari, la responsabile del settore museale dell’Accademia Cittadella Nicolaiana, Claudia Poggi, il responsabile del piano strategico del Turismo Puglia 365, Nicola Scandale.

La magia di San Nicola – ha detto il sindaco Decaro – si sta impadronendo di tutti noi. Ieri mattina padre Giovanni ed io abbiamo incontrato tanti bambini che sono arrivati davanti alla Basilica e hanno attraversato i vicoli della città vecchia. Già nelle prime processioni, nelle prime funzioni di questi giorni sono tantissime le persone che hanno affollato le nostre chiese.
Questo di oggi, in concomitanza con i festeggiamenti del nostro Santo Patrono, è un momento importante. San Nicola è il santo più venerato al mondo, è il santo che è venuto dal mare, quel mare che da tempo unisce popoli e culture ed è il nostro Santo Patrono. Un Santo che fedeli e non vedono come una sorta di simbolo al quale affidarsi nella vita quotidiana.
Questo, il Museo Nicolaiano, è un posto che ha un fascino particolare. E’ stata riqualificata la parte più bassa – il piano terra – nella quale si possono attraversare più periodi storici della nostra città. C’è la storia della Basilica, ma anche di Bari. Il visitatore passa dalla via Traiana alla pavimentazione della Basilica in un modo innovativo di concepire i musei: per vivere un’esperienza e soprattutto per dare la possibilità anche a tanti bambini di conoscere più facilmente la storia del nostro Santo Patrono e la storia della città, perché solo se recupereremo le nostre tradizioni e la nostra storia, potremo guardare con più fiducia al futuro della nostra comunità“.