Bari, in pubblicazione l’avviso per la concessione dei contributi alle imprese e associazioni culturali per il 2019

25

logo Bari

Aggiornato l’Albo comunale degli operatori culturali

BARI – È in pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Bari, a questo link, l’avviso per la concessione dei contributi alle imprese e associazioni culturali per il 2019.

È stato approvato infatti questa mattina l’aggiornamento dell’Albo degli operatori culturali e dello spettacolo – anno 2019, passaggio necessario in quanto la partecipazione all’avviso per l’erogazione dei contributi è riservata ai soli soggetti regolarmente iscritti all’Albo comunale.

L’importo complessivo disponibile è pari a € 410.829,28 che saranno assegnati in base alla graduatoria predisposta ad esito dell’avviso. Il termine ultimo per la presentazione delle domande (esclusivamente via pec a cultura.comunebari@pec.rupar.puglia.it) scade alle ore 12 del 10 ottobre prossimo.

Grazie al lavoro degli uffici – dichiara l’assessora alle Culture Ines Pierucci – siamo riusciti ad approvare in tempi brevi l’aggiornamento dell’Albo degli operatori culturali, che oggi conta 510 soggetti iscritti, un numero che cresce di anno in anno a riprova della grande vitalità del tessuto associativo e culturale della nostra città. Tutte queste realtà hanno tempo fino al prossimo 10 ottobre per partecipare al bando per la concessione dei contributi con riferimento ad attività ed eventi culturali già svolti o da svolgersi nel 2019. Rispetto al passato siamo riusciti ad anticipare la pubblicazione del bando, un piccolo passo che consentirà però agli operatori di programmare le iniziative dell’ultimo trimestre di quest’anno“.

Come anticipato, oltre alla domanda di ammissione correttamente compilata, gli interessati dovranno presentare il progetto artistico per il quale si richiede il contributo, completo del programma dell’iniziativa, con indicazione delle date e dei luoghi prescelti nonché dei prezzi al pubblico nel caso di iniziative che prevedano sbigliettamento.

Nel caso di attività e progetti culturali già realizzati, dovranno essere indicati con chiarezza il programma svolto, gli strumenti di comunicazione utilizzati, il numero di spettatori coinvolti, i contributi o finanziamenti ottenuti da terzi, l’elenco dei luoghi utilizzati.

Il progetto dovrà contenere anche il piano finanziario comprensivo delle entrate e delle uscite previste e il piano di comunicazione, con indicazione dei mezzi da utilizzare per promuovere la partecipazione del pubblico.

Saranno ammessi all’assegnazione dei contributi solo i soggetti i cui progetti culturali avranno superato i 60 punti complessivi, di cui minimo 15 punti rispetto al livello di qualità

delle attività culturali proposte e minimo 10 punti rispetto alla dimensione quantitativa.

A conclusione della fase di valutazione dei progetti e sulla base della graduatoria predisposta, la determinazione del contributo avverrà ai sensi dell’art. 8 punto 3 del vigente Regolamento comunale in base al quale, in ogni caso, il contributo non potrà essere superiore all’80% del disavanzo complessivo del progetto.