Bari, il viaggio della Vlora 30 anni dopo: il programma degli appuntamenti a Durazzo

1

locandina generale inziiative trentennale corretta

BARI – In occasione del trentennale dell’arrivo della Vlora nel porto di Bari (8-8-1991/8-8-2021), la Città di Bari, in collaborazione con i Comuni di Durazzo e di Tirana e con il sostegno di Regione Puglia e Consolato generale albanese in Italia, promuove un programma di iniziative congiunte tra le due sponde dell’Adriatico per ricordare l’evento che ha segnato la storia dei flussi migratori del Novecento.

Nella giornata di domani, giovedì 5 agosto, una delegazione ufficiale composta, tra gli altri, dall’assessora alle Culture del Comune di Bari Ines Pierucci e dal responsabile Ufficio di Rappresentanza della Regione Puglia in Albania Claudio Polignano, parteciperà agli eventi in programma nella città di Durazzo,

Quella della Vlora è la storia di un viaggio che appartiene a tutti gli effetti alla storia del nostro Paese – commenta Ines Pierucci –. La storia di un viaggio alla ricerca di futuro, per quanto complicato possa essere individuarne le diverse ragioni, perché la vita degli esseri umani, nei diversi contesti storici e politici, è molto più complessa di quanto si possa dire a parole. Lo dimostrano le testimonianze delle migliaia di donne e di uomini arrivati in Italia a bordo della “nave dolce”, che da allora vivono e lavorano qui e qui hanno ricostruito la propria vita senza mai perdere le proprie radici. Ricordare l’8 agosto del 1991 con le celebrazioni a cui avrò l’onore di partecipare domani a Durazzo significa consolidare ulteriormente il rapporto di amicizia e solidarietà tra due popoli uniti indissolubilmente dalla storia, una storia che è la storia stessa delle nuove migrazioni. Ringrazio la Regione Puglia e il Teatro Pubblico Pugliese che con il loro sostegno ci hanno consentito di realizzare questo ambizioso programma di iniziative congiunte sulle due sponde dell’Adriatico“.

Di seguito gli appuntamenti previsti domani 5 agosto a Durazzo:

· ore 17 Palazzo della Cultura di Durazzo

Conferenza stampa di presentazione ufficiale delle iniziative congiunte alla presenza del sindaco di Durazzo Emiriana Sako, dell’ambasciatore della Repubblica Italiana in Albania Fabrizio Bucci, del console generale della Repubblica di Albania a Bari Gentiana Mburimi, dell’assessora alle Culture del Comune di Bari Ines Pierucci, dell’artista Jasmine Pignatelli e delle delegazioni ufficiali delle città di Barie Durazzo.

· alle 17.15 Palazzo della Cultura di Durazzo

Inaugurazione della mostra fotografica “IntegrAzione/Integrim”, a cura dell’associazione Integra onlus con intervento della presidente di Integra onlus Klodiana Cuka

Per l’occasione, accanto alla mostra “IntegrAzione/Integrim” saranno esposte alcune foto dell’esodo degli albanesi scattate da Vitorio Arcieri

Inaugurazione della mostra fotografica “Obiettivo oltre: immagini del contributo delle donne albanesi in Puglia”, a cura dell’associazione “Le Aquile di seta”, rappresentata dell’artista albanese Eva Meski, arrivata in Italia a bordo della Vlora.

· ore 18 lungomare di Durazzo

Cerimonia di inaugurazione del boulevard Taulantia e scoprimento dell’opera “Sono Persone / Janë Njerëz 8.8.1991”, installazione artistica “gemella” di quella realizzata sul lungomare IX maggio di Bari da Jasmine Pignatelli. Partecipano il sindaco di Durazzo Emiriana Sako, l’ambasciatore della Repubblica Italiana in Albania Fabrizio Bucci, il console generale della Repubblica di Albania a Bari Gentiana Mburimi, l’assessora alle Culture del Comune di Bari Ines Pierucci, l’artista e le delegazioni ufficiali delle città di Barie Durazzo.

L’opera installata sul lungomare della città albanese è lo sviluppo in verticale di un triangolo equilatero con un lato aperto, che al contempo ricalca la prua di una nave e un libro custode di una storia. All’interno un testo inciso in codice morse ripercorre la storia e i valori che la scultura celebra: l’omaggio al sindaco Enrico Dalfino, l’amicizia di due popoli, il sentimento di accoglienza manifestato durante gli episodi dell’8 agosto 1991. Un dialogo in codice morse, da Levante a Levante, due sculture unite dal mare Adriatico, connesse da un messaggio comune – le parole di pace e accoglienza pronunciate allora dal sindaco di Bari Enrico Dalfino: “Sono Persone, persone disperate. Non possono essere rispedite indietro, noi siamo la loro unica speranza”.

· ore 20 Anfiteatro di Durazzo

Spettacolo teatrale “La nave dolce”, testo e regia di Daniela Nicosia, con Massimiliano di Corato, produzione Tib Teatro. Lo spettacolo ripercorre in modo evocativo la drammatica vicenda della Vlora, con un testo crudo e immaginifico al contempo in cui lo sviluppo drammaturgico procede attraverso tre voci: quella di chi si mette in viaggio, quella di chi accoglie, quella di chi guarda; per ogni voce una lingua: un idioma italo-albanese, il dialetto pugliese e l’italiano; per ogni lingua tre punti di vista: un giovane albanese, un barese e un bambino. Una triangolazione dello sguardo che intreccia le tre prospettive alla ricerca di un impatto emotivo che, senza retorica, solleciti la coscienza collettiva.

Lo spettacolo “La nave dolce” a Durazzo è realizzato grazie al sostegno del Piano Straordinario “Custodiamo la cultura” – Fondo speciale Cultura – Regione Puglia con il coordinamento tecnico del Teatro Pubblico Pugliese.