Bari, il sindaco a Spazio13 per l’inaugurazione della mostra #Nontiscordardimelo

71

inaugurazione della mostra #nontiscordardimelo

Decaro: “Un luogo che torna a vivere con le energie delle ragazze e dei ragazzi”

BARI – Questo pomeriggio il sindaco Antonio Decaro, accompagnato dall’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano, ha visitato la ex scuola Melo in occasione dell’inaugurazione della mostra #Nontiscordardimelo, che rappresenta la conclusione del concorso fotografico promosso da Spazio13 e aperto a fotografi, fotoamatori, studenti, instagrammers che hanno documentato con immagini, frammenti visivi e punti di vista inediti un luogo del Libertà chiuso per anni e riattivato attraverso Spazio13.

Il concorso ha consentito di raccogliere più di 300 immagini dell’ex Scuola Melo prima degli interventi di trasformazione.

Il contest è stato lo strumento ideale per iniziare a riflettere sul tema della rigenerazione urbana e, in particolare, sulla natura visionaria che gli spazi abbandonati, dismessi o sottoutilizzati possiedono, soprattutto nell’attesa di profonde trasformazioni, sospesi tra memoria e speranza.

Questo luogo torna a vivere attraverso le energie delle ragazze e dei ragazzi – ha commentato Antonio Decaro a margine della visita -. Si torna ad imparare, a fare delle cose insieme, a crescere tutti insieme, proprio come quando in questi spazi si svolgevano le attività scolastiche. Questo è un serbatoio di competenze in un quartiere che ha tanto bisogno di energie sane. Quando parlo del quartiere Libertà, dico sempre che questa zona della città ha tanti problemi, tante questioni da risolvere ma, allo stesso tempo, è il quartiere con tante scintille che abbiamo il dovere di accendere. In questo luogo si sono accese 13 piccole scintille, in uno spazio in cui era stata spenta la luce. Abbiamo il dovere di sostenere l’energia che queste scintille saranno in grado di liberare in questi locali, in tutto il quartiere e nel resto della città. Devo dire che, fino ad oggi, avete fatto un lavoro straordinario e di questo vi ringrazio a nome della città. Come tutti gli altri cittadini che entreranno in queste stanze, adulti, bambini o ragazzi, vi chiedo di insegnarci a prenderci cura di questi spazi e di questo quartiere perché se stiamo insieme, come fate voi, siamo più forti e possiamo guardare con più fiducia al futuro”.

Nel corso dell’inaugurazione sono stati consegnati i premi ai quattro fotografi vincitori per le categorie Fotografia (primo e secondo), Under 18 e Instagram.

Spazio13 , dedicato ai giovani dai 16 ai 35 anni, nasce negli spazi inutilizzati della scuola “Melo” che sono stati interessati da un progetto di rigenerazione urbana voluto dal Comune di Bari e affidato a un network di realtà del territorio, costituitesi in un’associazione temporanea di scopo.

Spazio13, premiato come buona pratica europea nell’ambito del City Festival di Tallinn, si pone l’obiettivo di contaminare, stimolare e coinvolgere il tessuto associativo, imprenditoriale e civico del territorio producendo nuove istanze partecipative, economiche e culturali attraverso modalità di attivazione della creatività giovanile, impegnate nel recupero e nella riconversione dello spazio.

Le attività proposte dalle 13 associazioni coinvolte spaziano dalla cultura all’arte e alle performance, dalla didattica informale all’alternanza scuola-lavoro, dalla progettazione europea allo sviluppo e creazione di impresa, dalle trasformazioni urbane, architettura e design alla comunicazione sociale, al multimedia e gamification.

Il valore aggiunto di questa esperienza è rappresentato dalla promozione di processi di autocostruzione e di co-progettazione per l’allestimento, puntando sul concetto di scambio di risorse e competenze. La riqualificazione coinvolge studenti, artisti e designer tramite momenti formativi, di progettazione e costruzione e favorisce la partecipazione attraverso call, bandi, workshop ed eventi.

La sperimentazione di Spazio 13 si propone di realizzare:

· uno spazio di contaminazione tra competenze diverse;

· un percorso di attivazione giovanile nell’apprendimento e nel fare;

· un percorso di coinvolgimento delle risorse del territorio;

· un luogo d’ispirazione per la responsabilità sociale d’impresa;

· un ambiente di discussione tematica.

Nel corso dell’iniziativa sono stati illustrati i progetti realizzati e quelli in corso, tra i quali:

Arte&cultura

Spazio13 Contenitore culturale

– Inaugurazione della stagione teatrale del TPP

– “#Nontiscordardimelo”: mostra a cura di Spazio13 dell’omonimo contest fotografico

– Open day Performance “Citta e corpo” a cura di SoftCrash

– Residenza artistica (nello spazio della ex casa del custode) per progetti artistici che interesseranno gli spazi della ex scuola melo e nella città

– Sede stabile dell’Accademia di arte di strada a cura della crew Bari Jungle Brothers

– Evento rigenerazioni: laboratori e fotografia

– Mostra fotografica “La libertà è spazio”

– Lezioni aperte di sceneggiatura e recitazione

– laboratorio di recitazione cinematografica

– Yanis Khelifa: laboratorio Vogueing Old Way.

Didattica formale/informale

Spazio13 Hub creativo

– Laboratorio di falegnameria: spazio dedicato a laboratori e workshop formativi

– Workshop tematici: attività di formazione che mixano corsi ad attività pratiche di restyling e riuso di arredi, sartoria e tappezzeria

– Attività formative

– Laboratorio di artigianato

– One day Meeting: incontri tematici curati dai vari membri dell’ATS rivolti alle diverse categorie di professionisti e associazioni partecipanti. Tra questi sono stati organizzati incontri riguardanti la gamification, le arti audio visive, l’artigianato, Erasmus e associazioni di stranieri, la street art. Gli One Day Meeting hanno lo scopo di connettere persone, professionisti e associazioni interessati ad un’area tematica precisa, tra loro e con Spazio 13, in modo da attivare risorse sul territorio ed anche calibrare strategicamente e al meglio gli interventi e le attività da proporre all’esterno.

Rigenerazione urbana

Spazio13 Collettore di processi di innovazione sociale

– Co-chipping: un progetto che mira alla costruzione di uno spazio di networking e coworking per le associazioni che potranno lavorare sinergicamente progettando e occupando un intero piano di Spazio13

– Street art in Libertà: un progetto volto a consolidare una rete di street artist a partire dall’esperienza del Project work curato da SMALL che ha visto le prime attività sugli spazi dell’ex scuola Melo

– Open day su gamification, internazionalizzazione e sulla costruzione delle competenze

– Cantiere aperto: il progetto di inclusione sociale nell’ambito dei lavori di riallestimento dello spazio attivato a fine agosto, che ha previsto un primo cantiere didattico in collaborazione con l’associazione Etnie e ARCI Bari (laboratorio destinato a 4 utenti dello SPRAR attraverso la riverniciatura della ex casa del custode della scuola), un laboratorio di social forniture per la realizzazione di spazi sociali autoprodotti, un workshop di costruzione per l’arredo dello spazio relax e caffetteria, un workshop sui lavori di pitturazione sociale (comunità Shalom e 16 agosto) e un workshop di costruzione in legno per l’allestimento della falegnameria.