Bari il Festival del libro sociale e di comunità “Ciascun lettore, ciascuna lettrice” entra nel vivo con sei appuntamenti fino al primo agosto

11

locandina festival del libro sociale e di comunità

BARI – Dopo le attività di animazione svolte negli spazi per leggere e sull’imbarcazione di Bari Social Boat, si apre una nuova fase del Festival del libro sociale e di comunità “Ciascun lettore, ciascuna lettrice”, un’iniziativa promossa dall’assessorato al Welfare nell’ambito del progetto Bari Social Book finanziato dal Cepell e dal Comune di Bari con il bando “Città che legge” e gestito dalle cooperative sociali Progetto Città e Aliante e dall’associazione IDEE Felicità contagiosa.

Nel rispetto di tutte le attuali norme di sicurezza, gli autori e gli artisti coinvolti, “scortati” dal furgone di Cooltura on the road, attraverseranno la città sostando, per ogni singola iniziativa, negli Spazi sociali della Biblioteca popolare diffusa e nell’incantevole scenario del Faro Borbonico.

Questa fase del festival sarà incentrata sui sensi, intesi come cammino e come percezione del tatto, del gusto, della vista, dell’olfatto, dell’udito, come una direzione che sembrava perduta e che, con cautela e determinazione, vuole rappresentare la voglia di ripartire.

Le giornate del Festival si apriranno domani, giovedì 23 luglio, nello spazio sociale Lascito Garofalo (tema del tatto) con l’autrice Noemi Cagnazzo (“Da bullo a bello”, Florestano editore) i laboratori pop-up e sul riciclo creativo a cura di Sibilla Potenza.

Lunedì 27 luglio la seconda tappa a Orto domingo (olfatto), alla scoperta delle erbe e delle spezie in letteratura e l’incontro con gli autori Nico Catalano (“Ecce Mondo”, Giazira) e Ilaria d’Aprile (“Abecedario verde”, La Meridiana). Terza tappa mercoledì 29 luglio al Faro Borbonico con le letture a cura dell’attrice Maria Paola Cozzi, l’interprete LIS Daniela Pantaleo, la musicista Annamaria Bonsante e l’incontro con gli autori Carlo Mazza (“Naviganti nelle tenebre”, E/O) e Gianni Spinelli (“La scatola di cuoio”, Fazi). Quarta tappa il 30 luglio presso l’Opera San Nicola (gusto) con Michele Aprile (“Voglio le lenticchie il mercoledì”, Schena) e l’omaggio alla produzione artistica di Saverio La Sorsa nel ventennale della sua morte. Marianna Di Muro leggerà le “Fiabe e novelle del popolo pugliese”, cui seguirà l’intervento di Piero Cappelli, editore di La Sorsa.

Ancora da definire la data prevista all’Istituto Fornelli (vista) con Cinzia Ponticelli, Davide Ceddia (“Piinze che la capa tò Rimando in lingua barese”, Edizioni dal Sud) e Florisa Sciannamea (“Dieci ragazze per me”, Edizioni dal Sud).

Il 1° agosto lo spazio sociale Chiccolino ospiterà, infine, l’ultimo appuntamento della rassegna, che prevede l’intervento dell’autore Mariano Rizzo (“Storie di tenebre. Nella storia di Puglia”, Edizioni di Pagina) e di Marileda Maggi.

Questa quarta edizione del Festival del libro sociale e di comunità entra nel vivo con una settimana di eventi diffusi declinati sul tema dei cinque sensi – commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico –, a conferma di come l’esperienza di Bari Social Book e il processo sociale e di comunità avviato continuano a generare un forte impatto su tutto il territorio cittadino. Grazie all’entusiasmo e alla passione di tanti operatori sociali, bibliotecari e librai e dei partner che compongono la rete, stiamo portando avanti un intenso lavoro collettivo che connette persone ed esperienze diverse accomunate dall’idea che la lettura sia uno straordinario strumento di inclusione e crescita della nostra comunità. In poco più di quattro anni abbiamo attivato 25 Spazi sociali per leggere in tutta la città, raccolto più di 8000 libri, ottenuto per il quarto anno il riconoscimento di “Bari città che legge” oltre al premio nazionale lo scorso anno come uno dei migliori progetti in termini di promozione alla lettura, e coinvolto un gruppo di più di 30 volontari formati e monitorati dal progetto, che animano questi luoghi con il supporto dei bibliotecari della città. Un progetto complessivo che, in rete con le librerie, nei prossimi mesi vedrà la distribuzione di bonus libro e di centinaia di libri in favore di tutte le famiglie vulnerabili, in un’ottica di contrasto alle povertà educative. Sono certa che questi nuovi appuntamenti del festival vedranno una grande partecipazione, nei limiti delle restrizioni legate al contrasto della diffusione del Covid-19“.

Il Festival del libro sociale e di comunità, ideato dalla rete Bari Social Book, è finanziato grazie al premio “Città che legge” del CEPELL (Centro per il Libro e la Lettura), promosso dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. È curato dall’associazione Idee, presieduta da Rossella Mesto, con la direzione artistica di Alessandro Cobianchi in collaborazione con Cinzia Ponticelli. Lo staff delle animatrici è composto da Rosanna Superbo e Mariateresa Monniello.