Bari, il Centro diurno polivalente comunale Area 51 amplia i suoi servizi in favore delle persone adulte a rischio di grave marginalità

2

bottalico assessore bari

BARI – L’assessora al Welfare Francesca Bottalico rende noto che, ad esito dei percorsi di co-progettazione realizzati negli scorsi mesi con la rete territoriale pubblica e privata e la rete del volontariato e del privato sociale impegnata nel contrasto alle povertà estreme, da qualche giorno il centro diurno polivalente comunale Area 51, in corso Italia 81/83, ha ampliato l’offerta dei propri servizi.

Area 51, gestito dalla cooperativa sociale CAPS, rappresenta da anni un punto di riferimento per le persone senza dimora che necessitano di beni e servizi di prima necessità, accoglienza, orientamento sul territorio e opportunità di socializzazione: grazie alla nuova programmazione sono ora attivi una serie di servizi sperimentali individuati per rispondere ai vecchi e nuovi bisogni, acuiti a seguito della pandemia, e per attivare percorsi e segnalazioni ai servizi dedicati, in primo luogo quelli sanitari.

Tutti i servizi erogati sono gratuiti.

Il percorso di partecipazione e co-programmazione realizzato con più di 100 realtà territoriali, tra istituzioni pubbliche private e di volontariato per la redazione del nuovo Piano operativo cittadino di contrasto alla grave marginalità adulta, e l’analisi dei bisogni sul territorio trovano una prima applicazione, rispetto agli obiettivi a breve-medio termine, con l’avvio del nuovo centro polivalente per il contrasto alle vecchie e nuove povertà – commenta Francesca Bottalico –. Ovviamente partiamo dall’esperienza e dal patrimonio professionale e umano costruito in questi anni dal Centro diurno Area 51, in prima linea su questi temi da sempre, per strutturare una rete di sevizi innovativi in collaborazione con le agenzie del territorio, i consultori, l’Asl, il SERD, il Servizio di Salute mentale, il Pronto intervento sociale, le Unità di strada territoriali e la rete di volontariato attraverso spazi di ascolto, accompagnamento e tutela gratuiti per adulti a forte rischio di isolamento.

Di fatto rappresenta un servizio nuovo, capace di intercettare, ascoltare e intervenire sulle vecchie e nuove povertà, offrendo sportelli di ascolto, sostegno legale e psicologico, azioni di contrasto alla tratta, sostegno ai padri separati in povertà o adulti a rischio di grave marginalità, ideato e realizzato a partire da un percorso di partecipazione e coprogettazione dal basso con i cittadini vulnerabili e la rete delle realtà coinvolte.

In questa direzione abbiamo voluto attivare anche un tavolo straordinario con i servizi sanitari per la presa in carico di persone che presentano forti disagi, di tipo sanitario e psichiatrico, a rischio povertà e isolamento pur disponendo di un’abitazione e di una rete familiare, per far sì che il sistema sanitario possa intervenire sul singolo caso con il supporto dei servizi sociali.

Un ringraziamento speciale va agli uffici della ripartizione, ai sindacati e a tutte le realtà associative nonché alla società civile, che ancora una volta ha dimostrato la volontà di costruire un percorso comune e collettivo affinché nessuno si senta solo“.

Di seguito i nuovi servizi attivati presso Area 51:

Sportello supporto iscrizione anagrafica

Supporterà gli ospiti nel perfezionamento della procedura di richiesta di residenza per persone senza dimora (ai sensi della D.G.R. n. 735/2018), sia in cartaceo sia in digitale.

Accesso: ogni lunedì, dalle ore 10 alle 12.

Sportello informativo e di accompagnamento alla vaccinazione anticovid-19

Nasce con l’obiettivo di dare informazioni relative alla campagna vaccinale anticovid-19 in base alle direttive della Regione Puglia, partendo dalle persone più fragili.

Accesso: ogni mercoledì, dalle ore 16 alle 18.

Sportello di orientamento e informazione sulle dipendenze

Si tratta di uno spazio di ascolto e orientamento, aperto al territorio, sui temi delle dipendenze con e senza sostanze (uso e abuso di stupefacenti, alcol, gioco d’azzardo, dipendenza da internet, ecc.), che agevola l’invio degli utenti ai servizi specialistici del territorio, pubblici e privati.

Accesso: ogni mercoledì, dalle ore 10 alle 11, previo appuntamento al numero 080 5210288.

Sportello di orientamento legale

Offre consulenze gratuite in materia di diritto di asilo e diritto dell’immigrazione, con particolar riguardo al supporto alle procedure per richiedenti asilo, titolari di protezione speciale, protezione sussidiaria, protezione internazionale, nonché per lavoratori subordinati e autonomi. Le consulenze vengono effettuate anche per favorire l’accesso agli uffici istituzionali del territorio, quali Questura, Prefettura, Commissione territoriale, Agenzia delle Entrate, Azienda Sanitaria Locale, nonché per il disbrigo delle relative pratiche amministrative e burocratiche.

Accesso: ogni venerdì, dalle ore 16 alle 18.

Sportello antitratta

È un servizio a sostegno delle vittime con funzioni di ascolto e orientamento ai percorsi di protezione sociale. Lo sportello, volto a favorire l’emersione del fenomeno e a supportare le vittime di tratta e sfruttamento, offre informazioni sulle possibilità di aiuto e assistenza e mettendo in contatto le vittime con i servizi socio-assistenziali territoriali. Il servizio è rivolto a tutte le persone migranti presenti sul territorio cittadino.

Accesso: ogni martedì, dalle ore 15 alle 17.

Sportello di orientamento alloggiativo

Lo sportello offre informazioni e propone soluzioni abitative a quanti siano alla ricerca di un alloggio operando un incrocio tra domanda e offerta di immobili in locazione attraverso attività di intermediazione socio-culturale, promuovendo percorsi di sostegno personalizzato per la ricerca di soluzioni alloggiative e/o in co-housing.

Accesso: ogni martedì, dalle ore 10 alle 12, previo appuntamento al numero 080 5210288.

Sportello di accompagnamento alle misure di sostegno al reddito

Si tratta di un servizio di supporto e orientamento rispetto agli ammortizzatori sociali e alle misure di sostegno al reddito, che garantisce attività di informazione e sostegno nell’individuazione delle misure adeguate di supporto economico, favorendo l’invio e l’accesso dei beneficiari a CAAF e patronati del territorio per le istanze più complesse. Accesso: ogni venerdì, dalle ore 10 alle 12, previo appuntamento al numero 080 5210288.

Sportello di accompagnamento alla misura “Resto al Sud”

Nell’ambito della misura “Resto al Sud”, promossa dal Ministero per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno e gestita da Invitalia, questo servizio è volto a sostenere la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in numerosi settori (ad eccezione di commercio e agricoltura), coprendo fino al 100% delle spese (50% a fondo perduto e 50% con finanziamento bancario). Il servizio è rivolto esclusivamente ai destinatari in possesso dei requisiti previsti dal bando ministeriale.

Sportello di mediazione familiare

Lo sportello fornisce specifiche informazioni sul percorso di mediazione familiare, affinché le persone che si trovano in una situazione di conflitto, separazione o divorzio, possano scegliere consapevolmente e liberamente se avvalersi della mediazione familiare per la gestione delle loro controversie.

Accesso: ogni martedì, dalle ore 11 alle 13, previo appuntamento al numero 080 5210288.

Sportello antiviolenza

È un servizio dedicato a tutte le persone senza dimora che subiscono violenza psicologica, fisica e sessuale e si propone di offrire uno spazio di ascolto e assistenza finalizzato al successivo invio al Centro Antiviolenza del Comune di Bari.

Accesso: ogni giovedì, dalle ore 10 alle 12, previo appuntamento al numero 080 5210288.

Sportello padri separati

Supporta i padri separati con l’obiettivo di sostenerli per il raggiungimento del miglior rapporto possibile con i propri figli, promuovendo situazioni favorevoli di bigenitorialità. Accesso: ogni lunedì, dalle ore 10 alle 12, previo appuntamento al numero 080 5210288.

Sportello badanti

Garantisce una risposta rapida a nuclei familiari residenti in città alla ricerca di assistenti familiari disponibili alla cura e all’assistenza di anziani e/o persone con disabilità. A tale scopo lo sportello si avvale di un database (costantemente aggiornato sulla base delle richieste e segnalazioni pervenute al Centro) dedicato a badanti e nuclei che cercano assistenti familiari in modo da poter operare l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro.

Accesso: ogni giovedì, dalle ore 16 alle 18.

Accanto ai nuovi servizi avviati, restano confermati quelli base che di seguito di riepilogano:

· servizi igienici e di tutela igienico – sanitaria

· docce e fornitura di prodotti per l’igiene personale

· barbiere/parrucchiere sociale

· trattamento antiscabbia

· mensa sociale per colazione, pranzo e cena: dal lunedì alla domenica nei seguenti orari: colazione dalle ore 9 alle 10.30, pranzo dalle ore 13 alle 14.30 (la distribuzione dei biglietti avviene dalle ore 9 alle 10.30), cena dalle ore 19 alle 20 (la distribuzione dei biglietti avviene dalle ore 13 alle 15.30).

· centro di ascolto

· sportello di orientamento ai servizi del welfare e orientamento legale

· supporto e segnalazione per l’accesso all’Emporio della salute o agli sportelli sanitari territoriali per gli utenti che abbiano bisogno di farmaci o cure sanitarie

· presa in carico delle istanze per la richiesta di misure di sostegno all’autonomia e di altre richieste d’accesso a servizi socio-assistenziali e attestazione di frequenza della struttura, utile all’iscrizione anagrafica per persone “senza fissa dimora”

· sportello di orientamento al lavoro con possibilità di percorsi pre-professionalizzanti individualizzati

· progetti individuali di sostegno in collaborazione con i Servizi sociali del Comune di Bari

· attività culturali

· mediazione linguistica

· deposito bagagli e custodia di effetti personali

· guardaroba solidale / distribuzione vestiario

· lavaggio e asciugatura indumenti gratuito

· domiciliazione della corrispondenza

· ricarica cellulare e zona wi-fi gratuita.

Si ricorda che l’accesso ad Area 51 è libero. Le uniche limitazioni riguardano l’adozione delle misure previste per contenere il contagio da covid-19. Il centro è aperto tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 8.30 alle 20.30.