Bari, giunta approva l’acquisizione a titolo gratuito di un’area della caserma Magrone e della vedetta del faro di San Cataldo

58

La proposta è del vicesindaco e assessore al Patrimonio Vincenzo Brandi

logo BariBARI – Su proposta del vicesindaco e assessore al Patrimonio Vincenzo Brandi, la giunta nella seduta di ieri ha approvato un primo elenco di beni di proprietà del Demanio da acquisire a titolo gratuito, secondo quanto previsto dall’adesione al piano del federalismo demaniale in base alle disposizioni della legge n. 98 del 9 agosto 2013 in attuazione del decreto legislativo n. 85 del 28 maggio 2010.

Si tratta di due beni immobili: il primo riguarda una porzione di circa 178 metri quadri della caserma Magrone, collocata all’incrocio tra via Amendola e viale Einaudi, dove sarà realizzata una rotatoria come previsto nell’ambito degli interventi di ampliamento di via Amendola; il secondo interessa l’ex postazione vedetta del faro di San Cataldo, al cui interno sorgerà un centro dedicato al tempo libero dei minori residenti nel quartiere.

Ovviamente nei prossimi giorni ci riserviamo di predisporre altre iniziative per l’acquisizione a titolo gratuito di beni del Demanio per cui stiamo effettuando delle valutazioni più approfondite – ha commentato Vincenzo Brandi -. Questa prima richiesta è invece urgente perché ci consente innanzitutto di compiere un altro passo importante verso l’allargamento di via Amendola, i cui lavori partiranno a breve, risparmiando circa 50mila euro. Mentre per quanto riguarda la struttura del faro, servirà a raggiungere un altro obiettivo del programma di mandato del sindaco che prevede la realizzazione de “la Casa dei Bimbi”, una struttura interamente dedicata ai più piccoli che realizzeremo in collaborazione con le realtà presenti sul quartiere e la parrocchia”.