Bari, continua la solidarietà di imprenditori e cittadini

20

consegna buoni fll. bernard

Donati 5000 euro dalla lavanderia industriale Flli Bernard

BARI – La F.lli Bernard, storica azienda di un imprenditori baresi del settore delle lavanderie industriali, ha raccolto l’invito rivolto dal sindaco e dall’assessorato al Welfare alla città nelle ultime settimane per raccogliere fondi, alimenti e beni di prima necessità da distribuire alle famiglie che in questa situazione di emergenza stanno vivendo un momento di difficoltà.

Nel pomeriggio di ieri, infatti, uno dei titolari dell’azienda ha consegnato nelle mani del sindaco un contributo di cinquemila euro in buoni di acquisto spendibili presso la catena Megamark, suddiviso in duecentoventi buoni spesa che saranno distribuiti ad altrettante famiglie che avranno così la possibilità di fare la spesa alimentare in uno dei numerosi punti vendita presenti sul territorio cittadino. Così la F.lli Bernard ha inteso dare concreto sostegno all’iniziativa comunale, portando avanti un impegno che, nonostante la contingenza difficile anche per le aziende più solide, vuole condividere con gli altri imprenditori locali, affinché ognuno faccia la sua parte.

Per fortuna si fermano le gambe dei baresi ma il cuore continua a battere forte – commenta Decaro -. Stiamo ricevendo contributi da tantissime persone, imprenditori, associazioni, singoli cittadini che stanno partecipando alla grande rete della solidarietà, ognuno con quello che può. È importante che in questo momento chi ha di più condivida qualcosa con chi oggi non ha niente, o sta perdendo tutto a causa di questa situazione. La macchina degli aiuti sta camminando a pieno regime grazie all’aiuto dei volontari e delle associazioni che stanno contribuendo“.

L’etica del “fare impresa” – spiega Antonello Bernard – è il comune denominatore che deve unire tutte le categorie imprenditoriali cittadine. Il consenso e il favore che hanno premiato fin qui le loro attività, assicurando un duraturo successo imprenditoriale, oggi va ricompensato. Dunque ecco il nostro compito: sostenere i nostri concittadini in difficoltà con disponibilità e convinzione“.