Bari, “Biblioteca dei Ragazzi[e]”: online l’avviso per la gestione del servizio finalizzato alla promozione della lettura e dell’inclusione sociale

3

libri (biblioteca)

BARI – L’assessora al Welfare Francesca Bottalico rende noto che è in pubblicazione sul sito del Comune, a questo link, il bando per la gestione della “Biblioteca dei Ragazzi[e]”, il servizio gratuito destinato a bambini, ragazzi e agli adulti accompagnatori che prevede attività socio-educative e socio-culturali per la promozione e l’animazione della lettura in raccordo con le istituzioni e le agenzie del territorio.

L’affidatario, con cui sarà stipulato un accordo quadro quadriennale per un valore di 375.127 €, dovrà realizzare servizi di informazione, consulenza e orientamento alla lettura, la gestione informatizzata del prestito di libri, attività di animazione della lettura, percorsi di conoscenza di altre culture, attività di laboratorio anche attraverso il riutilizzo creativo di materiali di recupero, incontri animati con autori e illustratori di letteratura dell’infanzia, mostre, rassegne, incontri di formazione e approfondimento con esperti, l’acquisizione di libri nuovi e la raccolta di libri usati donati dagli utenti o provenienti da enti pubblici e privati, la catalogazione, l’aggiornamento e l’archiviazione del patrimonio librario e della dotazione strumentale del servizio.

La Biblioteca dei Ragazzi[e] ha il compito di promuovere la lettura in tutte le sue forme, compresa quella digitale, favorendo il rapporto fra tutte le componenti sociali e culturali presenti sul territorio, garantire alle/ai cittadini/e adulti e minori un accesso democratico alla lettura quale processo esperienziale di relazione e di dialogo di parità, elemento indispensabile per la crescita e la coesione sociale, promuovere esperienze di lettura e spazi accessibili a tutti i minori con particolare attenzione a quelli vulnerabili, valorizzare il libro, il gioco, l’arte e la cultura come mezzi di espressione e sviluppo della cultura infantile, favorire il protagonismo delle categorie più vulnerabili anche nella conoscenza e rispetto di culture differenti, della cultura di genere e della non violenza attraverso la lettura, prevenire, contrastare e contenere il disagio minorile offrendo a bambini\ragazzi\e spazi, tempi, strutture e attività di incontro, di creatività e scambio, sviluppare il senso di solidarietà sociale, favorire l’integrazione socio-culturale, garantire la collaborazione attraverso attività integrative con le biblioteche cittadine e in particolare con la rete Bari Social Book, promuovere programmi e spazi aggregativi nei periodi di chiusura della scuola garantendo la collaborazione con le famiglie.

Continuiamo a investire nel percorso finalizzato a sviluppare esperienze di welfare culturale come volano per la crescita collettiva – commenta Francesca Bottalico -, sostenendo la lettura come strumento educativo, intergenerazionale e interculturale in grado di promuovere opportunità di crescita e riscatto, soprattutto per quanti vivono in una condizione di povertà educativa. In questa nuova progettualità abbiamo previsto spazi di lettura e animazione per adolescenti, famiglie e adulti e spazi per la lettura inclusiva e accessibile con libri e audiolibri ad alta leggibilità.

Il nostro impegno proseguirà non solo nel dar vita a nuovi contenitori dedicati alla lettura e all’incontro ma soprattutto nel valorizzare la rete dei bibliotecari e animatori, delle librerie e dei presidi diffusi del welfare, secondo una visione ampia di città inclusiva e accessibile che offra opportunità culturali a tutti e a tutte, anche attraverso forme di accompagnamento e affidamento socio-culturale, come quelle attivate in questi mesi in favore di anziani, persone con disabilità e cittadini fragili.

Con questa nuova progettualità intendiamo, inoltre, potenziare le azioni di Bari social Book, promuovere la nascita di nuovi spazi sociali per leggere – allo stato attuale 18 – e valorizzare esperienze innovative come quelle legate a Bari Social Boat, ai racconti nei cortili e nei condomini e alla Biblobici“.

Il nuovo bando punta anche alla valorizzazione della biblioteca quale spazio fluido con la possibilità di realizzare azioni itineranti nelle piazze e negli spazi aperti, nonché con aperture serali almeno una volta al mese, e prevede l’organizzazione di attività online qualora non sia possibile svolgerle in presenza a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria.

Come già avviene, la biblioteca continuerà a lavorare in stretto contatto con le strutture scolastiche, con gli organismi del terzo settore e le agenzie socio-educative e culturali del territorio.

Gli interventi, quindi, dovranno integrarsi con i servizi e le istituzioni cittadine attraverso la partecipazione dei gruppi di bambini e ragazzi seguiti dai servizi territoriali, dei gruppi scuola e di tutte le tipologie di utenza individuate dal progetto.

Sono ammessi a partecipare alla gara tutti gli operatori economici (artt. 3 comma 1 lett. p, 45 e 48 del D.Lgs. 50/2016) eventualmente associati con organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale o altri soggetti senza scopo di lucro. Il bando sarà aggiudicato in favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

La documentazione dovrà pervenire mediante l’utilizzo della piattaforma telematica raggiungibile dal sito istituzionale (www.comune.bari.it – sezione “Bandi di gara e contratti” – “Accesso Operatori Economici”) entro le ore 9 del prossimo 9 marzo.