Bari, approvati i lavori di riqualificazione di Spazio13

4

municipio bari

Romano: “Uno spazio fondamentale per la creatività e l’aggregazione giovanile assieme all’Accademia del Cinema e l’Officina degli Esordi”

BARI – La giunta comunale ha approvato nei giorni scorsi lo studio di fattibilità relativo ai lavori di riqualificazione e miglioramento dell’accessibilità di “Spazio13”, il contenitore culturale comunale dedicato ai giovani dai 16 ai 35 anni, nato negli spazi inutilizzati della scuola “Melo”, nel quartiere Libertà, e affidato a un network di realtà del territorio costituitesi in un’associazione temporanea di scopo.

Il progetto, dell’importo complessivo di € 175.000, prevede una serie di interventi finalizzati a garantire l’accesso ai luoghi delle persone con disabilità e ad adeguare gli spazi da un punto di vista energetico e funzionale. Pertanto è prevista l’installazione di un ascensore e di un impianto energetico e di climatizzazione, oltre alla tinteggiatura di alcune porzioni esterne dell’edificio, all’impermeabilizzazione di alcuni punti del solaio e alla sistemazione di tramezzature interne e di parti del cortile interno alla struttura.

La riqualificazione di “Spazio13” rappresenta un’operazione che rientra in una strategia più ampia dell’amministrazione comunale che, tramite l’impiego dei fondi europei del Pon Metro, intende valorizzare i luoghi di innovazione sociale e così promuovere la creatività delle fasce più giovani della popolazione. Attraverso azioni progressive di riqualificazione saranno infatti migliorati tutti quelli spazi in cui i più giovani possono esprimersi liberamente dedicandosi a diverse forme artistiche, culturali e d’innovazione.

Per questo il Comune di Bari, nei mesi scorsi, ha programmato interventi mirati a potenziare la funzionalità di altri due spazi molto frequentati della città: l’Accademia del Cinema dei Ragazzi e l’Officina degli Esordi. Nel primo caso saranno realizzati lavori per la rifunzionalizzazione della sala spettacolo attraverso il rinnovamento dell’impianto energetico e di climatizzazione e l’impermeabilizzazione del tetto. Per quanto riguarda l’Officina degli Esordi, invece, sono stati effettuati degli investimenti in particolare su un’ala dell’edificio che presenta problemi di infiltrazione, al fine di impermeabilizzarne il tetto e implementarne le funzioni dedicate al lavoro flessibile e al coworking.

Questi tre luoghi, veri e propri presidi nati nelle periferie di Bari, rappresentano degli spazi fondamentali per l’aggregazione e l’educazione informale dei ragazzi della nostra città – commenta l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano –. Come ha ricordato ieri l’ex governatore della Banca d’Italia Mario Draghi, abbiamo bisogno di massicci interventi sui giovani perché sono i più colpiti dalla pandemia e potrebbero pagare il prezzo più alto in futuro. Per questo è fondamentale investire in questi luoghi e stimolare la loro creatività dando loro più spazio possibile nei contesti urbani. Anche perché, come ha ribadito Mario Draghi, i giovani rappresentano “la nostra occasione per ripartire dopo la pandemia”. L’accademia di Enziteto, attraverso il cinema, non solo funge da guida per i ragazzi del quartiere durante l’adolescenza ma attira tanti giovani della nostra area metropolitana. In questi ultimi mesi ha vinto anche premi importanti ed è rimasta aperta tutta l’estate organizzando un centro estivo sul cinema per i bambini residenti. Spazio13, invece, costituisce un punto di riferimento per il quartiere Libertà e, grazie alle associazioni giovanili presenti al suo interno, è animato dalle lezioni di rap, dalla rigenerazione urbana, dalla teoria dei giochi e da tanto altro ancora, ottenendo importanti riconoscimenti europei nonostante esista da pochi anni. L’Officina degli Esordi, infine, è ormai riconosciuta da tante giovani realtà come luogo fondamentale per la musica e il coworking. Per l’amministrazione comunale sono fiori all’occhiello su cui intendiamo continuare a investire energie e risorse“.