Bari, anno scolastico 2017-18: il calendario dell’avvio dei servizi comunali rivolti agli studenti più piccoli

Lo rende noto l’assessorato alle Politiche educative e giovanili

scuolabusBARI – In vista dell’imminente inizio dell’anno scolastico 2017-18, l’assessorato alle Politiche educative e giovanili rende noto il calendario relativo all’avvio dei servizi scolastici cittadini.

I servizi rivolti agli alunni con disabilità cominceranno già il primo giorno di scuola, ossia a partire da venerdì 15 settembre, con il trasporto e l’assistenza specialistica garantiti a tutti i 700 studenti della città di Bari. Lunedì 18 settembre, invece, prenderà ufficialmente il via il servizio di trasporto scolastico: resta a discrezione delle scuole la possibilità di optare per una data diversa sulla base della loro organizzazione interna.

Per quanto riguarda gli asili nido comunali, le attività inizieranno martedì 12 settembre. Infine, avrà inizio lunedì 2 ottobre il servizio di refezione scolastica, per il quale è ancora possibile iscriversi online oppure ottenere assistenza da lunedì 11 settembre presso i punti informazione disponibili nelle stesse scuole.

Per cominciare nel migliore dei modi il nuovo anno scolastico – commenta l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano – abbiamo voluto mettere gli alunni e, soprattutto, le loro famiglie nella condizione di poter usufruire il prima possibile dei servizi garantiti dall’amministrazione comunale, in modo da consentirgli di organizzare al meglio tempo e risorse. Pertanto, partiremo con i servizi a sostegno di tutti i 700 alunni con disabilità già il primo giorno di scuola, mentre il trasporto scolastico comincerà il lunedì successivo alla data di avvio delle attività, previsto per venerdì 15 settembre. Anche il trasporto scolastico sarà garantito sin da subito, fatte salve le eccezioni decise dai singoli istituti.

Negli ultimi tre anni, secondo quello che è uno degli obiettivi principali del mandato del sindaco, abbiamo impiegato energie e risorse per incrementare la qualità di tutti i servizi scolastici rivolti ai più piccoli: per citare due esempi, nei prossimi mesi utilizzeremo i bus scolastici dotati di gps, che permetteranno ai genitori di verificare l’esatta posizione dei pulmini, e introdurremmo nelle nostre mense una maggiore quantità di cibo biologico per incrementare il livello di alimenti sani a disposizione dei nostri bambini”.