Bari: al via il progetto Lavoro di squadra per i giovani del Municipio IV

84

Dopo il successo delle esperienze di Torino, Alba e Milano, il progetto di ActionAid rivolto a ragazze e ragazzi che non studiano e non lavorano arriva a Bari – nei quartieri di Carbonara, Ceglie del Campo, Loseto e S. Rita – in collaborazione con il CUS e la Cooperativa sociale OPERAMICA

logo BariBARI – E’ stato presentato questa mattina, presso la Sala Giunta di Palazzo di Città del Comune di Bari, il progetto Lavoro di Squadra realizzato da ActionAid Italia, CUS e Cooperativa Sociale OPERAMICA, con il finanziamento di Fondazione CON IL SUD e il cofinanziamento di AXA Italia.

Lavoro di Squadra, che si avvale del patrocinio del Comune di Bari, si rivolge a 48 ragazze e ragazzi fra i 16 e i 25 anni che non studiano e non lavorano, con l’obiettivo di aiutarli a rimettersi in gioco e a reinserirsi nel tessuto socio-economico attraverso la pratica sportiva. L’iniziativa è rivolta in particolare ai giovani che vivono nei quartieri di Carbonara, Ceglie del Campo, Loseto e S. Rita del Municipio IV.

Il cuore del progetto, che avrà durata biennale, risiede nell’alternanza di incontri formativi e di empowerment in aula e attività sportiva. Attraverso allenamenti costanti di vela, canottaggio e atletica, i partecipanti al progetto potranno sviluppare competenze quali la capacità di collaborare e lavorare in team e di ragionare e programmare per obiettivi, recuperando così fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità. Parallelamente, i ragazzi prenderanno parte a degli incontri in aula, finalizzati a far emergere e riconoscere le proprie risorse e a definire un obiettivo personale di medio-lungo periodo dal quale partire per migliorare la propria situazione socio-economica.

Sarà inoltre realizzato un percorso di orientamento lavorativo e formativo, nel quale verranno forniti ai ragazzi strumenti utili per affrontare il mondo del lavoro: impareranno, ad esempio, a sostenere un colloquio di lavoro e a scrivere un Curriculum Vitae efficace. Il progetto prevede, infine, l’erogazione di borse lavoro di 300 Euro per l’avvio di piani di inserimento lavorativo elaborati dai ragazzi stessi con l’aiuto di esperti.

Secondo l’ISTAT[1], il tasso di disoccupazione giovanile[2] in Puglia nel 2015 si attesta al 51%, mentre nella provincia di Bari si ferma al 47%. Nel 2015, la percentuale dei giovani NEET (not in Education, Employment or Training) fra i 15 e i 24 anni su tutto il territorio regionale è del 27%. Seppur in diminuzione di un punto rispetto all’anno precedente, questa cifra supera di ben sei punti quella del 21% registrata a livello nazionale. Questi dati vanno letti incrociandoli con un altro indicatore allarmante: in Puglia, i giovani fra i 15 e i 34 anni che dichiarano di voler trovare un lavoro ma che hanno smesso di cercarlo, nel 2015, sono il 35%. Un aumento del 4% rispetto al 2014, con una sfiducia che tocca in particolar modo le donne.

Siamo impegnati nel rafforzamento della comunità giovanile per incidere sul cambiamento del territorio e contribuire a una visione di sviluppo locale capace di tenere al centro proprio i cittadini”, ha dichiarato Grazia Moschetti, Referente Territoriale di ActionAid a Bari. “Lavoro di squadra sarà una sfida per tutti, non solo per i giovani che si alleneranno con noi: infatti, affinché l’accesso alle opportunità d’inserimento socio-lavorativo possa davvero rimettere in moto le loro vite, abbiamo bisogno che le famiglie e la comunità locale siano al loro fianco. Coinvolgeremo i ragazzi sia animando lo spazio pubblico con laboratori di street art ed eventi sportivi, sia facendo conoscere loro risorse e opportunità a livello locale, con saloni del lavoro ed altre attività realizzate in sinergia con Porta Futuro Bari, l’innovativo Job Center che ha sede presso l’Ex Manifattura Tabacchi”.

Siamo felici di essere partner di Lavoro di Squadra, il progetto che ha lo scopo di motivare i giovani, rispondendo a una situazione di esclusione sociale e sfiducia in se stessi, proponendo un percorso gratuito fatto di attività sportiva di qualità e di allenamento motivazionale”, ha dichiarato Giuseppe Seccia, Presidente del CUS Bari. “Un’esperienza che senza dubbio li renderà consapevoli delle proprie energie e delle proprie capacità. Lo sport aiuta ed educa i giovani al rispetto reciproco e al lavoro di squadra. Il CUS ospiterà per 3 trimestri 16 ragazzi che frequenteranno 2 sport a scelta tra vela, canottaggio e atletica. Il progetto si svilupperà nell’arco di un dodici mesi nei trimestri aprile-giugno 2017, ottobre-dicembre2017, aprile-giugno 2018”.

In barca si sente dietro di sé lo sguardo e il respiro del compagno, si impara a conoscere il proprio corpo, a valutarne le capacità e a sfidarle, a capire che si possono raggiungere traguardi più alti. La barca rappresenta un riscatto, il mezzo per imparare a conquistare l’indipendenza, insieme a compagni diversi per carattere ed estrazione sociale”, ha dichiarato il Dott. Ing. Fortunato Gennaro, Presidente della Cooperativa Sociale OPERAMICA. “Se educare è tirar fuori il meglio dalle persone, è questo che vogliamo fare con i ragazzi che vorranno partecipare al progetto: provare ad aiutarli a costruire la loro autonomia, anche economica, nel rispetto delle regole del gioco meglio se ‘di squadra’, diventando costruttori di benessere per sé e per gli altri. A tutti noi buon allenamento!

Lavoro di Squadra è stato già realizzato da ActionAid con diversi partner locali a Torino, Milano ed Alba (CN). Dal 2014 ad oggi, tramite il progetto sono stati intercettati circa 250 ragazzi e ragazze dai 16 ai 24 anni, con il coinvolgimento attivo nel percorso di 130 ragazzi, di cui 72 hanno concluso l’intero programma. Grazie a Lavoro di squadra, 2 giovani su 3 sono entrati nel mondo del lavoro e della formazione: alcuni hanno cominciato un tirocinio formativo in importanti aziende o hotel, altri hanno trovato lavoro in modo autonomo, altri ancora hanno ripreso a studiare e hanno partecipato ad attività di animazione e riqualificazione del territorio.

AL SEGUENTE LINK E’ DISPONIBILE UN VIDEO
Video Lavoro di Squadra: https://drive.google.com/file/d/0BwF2Qu-gdezGM3pPc21YSk50NHM/view?usp=sharing
AL SEGUENTE LINK SONO DISPONIBILI FOTO
Foto Lavoro di Squadra: https://drive.google.com/drive/folders/0BwF2Qu-gdezGQ2RwS3JPQW1hMkE?usp=sharing

Il Gruppo AXA Italia
Con 166.000 dipendenti e 107 milioni di clienti in 64 Paesi, il Gruppo AXA è tra i leader mondiali nel settore della protezione e primo brand assicurativo al mondo per l’8° anno consecutivo secondo la classifica Interbrand 2016. AXA è presente in Italia in una logica multi distributiva, attraverso il Gruppo AXA Italia, di cui fanno parte AXA Assicurazioni, AXA MPS e Quadra Assicurazioni, con una raccolta premi al 2015 di 8,4 miliardi di euro, oltre a ulteriori società specializzate. Per ulteriori informazioni consultare il sito internet: www.axa.it<http://www.axa.it>. Inoltre, in Italia è presente AXA Cuori in Azione, l’associazione di volontariato aziendale del Gruppo AXA, che riunisce i collaboratori che vogliono svolgere del volontariato a supporto di associazioni già attive nei settori dell’infanzia in difficoltà, della terza età, degli emarginati e dei disabili, con un focus speciale sull’educazione delle nuove generazioni. Nel 2016 sono state organizzate 50 azioni di volontariato alle quali hanno collaborato attivamente 250 volontari e partecipato oltre 600 collaboratori su tutto il territorio nazionale.