Bari, al via l’abbattimento del muro perimetrale della Rossani su via De Bellis

44

Decaro: “Una giornata storica, la Rossani si apre alla città, la città si apre al futuro”

muro caserma rossaniBARI – Questa mattina il sindaco Antonio Decaro, accompagnato dagli assessori ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso, e all’Urbanistica, Carla tedesco, ha effettuato un sopralluogo sull’area della ex Caserma Rossani in occasione dell’avvio dei lavori per l’abbattimento del muro perimetrale che si affaccia su via De Bellis.

Come si ricorderà, l’idea di aprire visivamente il parco da via De Bellis è stata proposta dall’amministrazione, che ha recepito alcune indicazioni emerse durante il percorso partecipativo Ri-Accordi Urbani, e poi autorizzata dalla Soprintendenza.

Questa è una giornata storica – ha commentato il sindaco -. L’abbattimento del muro della ex Caserma Rossani ha un grande valore simbolico perché finalmente consente a questo straordinario spazio, rimasto chiuso per decenni, di aprirsi alla città. E con la riqualificazione di questo spazio la città si apre al futuro. Al di là del muro, infatti, proseguono i lavori di riqualificazione dell’edificio che ospiterà l’Urban center, il luogo dove progetteremo insieme ai cittadini non solo le aree della Rossani ma anche il futuro di tutti gli spazi e le principali opere pubbliche che interesseranno il territorio comunale. L’edificio sarà pronto entro l’estate e sarà da subito aperto e fruibile per i cittadini. Contemporaneamente nelle prossime settimane sarà depositato il progetto definitivo del grande parco urbano della Rossani affidato all’architetto Fuksas, mentre stiamo per aggiudicare la gara indetta per la realizzazione del Polo bibliotecario regionale che ci consentirà di riqualificare due grandi edifici per un importo di 10 milioni di euro. Stiamo completando anche lo studio preliminare per collocare all’interno dei restanti edifici, siti nell’area della ex Caserma, gli istituti artistici e l’Accademia di Belle Arti. Proprio come stiamo facendo oggi, per noi è fondamentale permettere ai cittadini di vivere e prendere confidenza con questo luogo e per questo motivo, per la stagione estiva, contiamo anche di poter aprire al pubblico un piccolo spazio verde con accesso diretto da via Gargasole. Da oggi possiamo dire che stiamo cominciando a restituire alla città un pezzo della sua storia, che presto si trasformerà nel suo futuro”.