Bari, al via a “TenerAmente verso un’infanzia felice”

3

logo Bari

Il progetto delle fondazioni Cesvi e Giovanni Paolo II a sostegno di minori e famiglie

BARI – Prende il via a Bari il progetto “TenerAmente verso un’infanzia felice”, coordinato dalla fondazione Cesvi e dalla fondazione Giovanni Paolo II, in collaborazione con l’assessorato al Welfare del Comune di Bari, e selezionato dall’impresa sociale “Con I Bambini”, attuatrice del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile. L’iniziativa, istituita dalla Fondazione Cesvi, si pone l’obiettivo di rimuovere gli ostacoli di natura economica, culturale e sociale che impediscono ai minori la piena fruizione dei processi educativi. “TenerAmente”, infatti, intende costruire una serie coordinata di interventi rivolti a professionisti, comunità e istituzioni al fine di contribuire al miglioramento della loro capacità di protezione dell’infanzia in un’ottica sistemica di prevenzione, individuazione, identificazione del maltrattamento infantile, basata sul paradigma della resilienza assistita.

Il progetto, della durata di 36 mesi, si occuperà di potenziare i servizi socio-educativi a sostegno di famiglie con bambini da 0 ai 6 anni in condizione di vulnerabilità, erogati da soggetti pubblici e del privato sociale nelle città di Bari, Catania-Misterbianco, Napoli, Pescara e Bergamo. I bambini e le loro famiglie potranno accedere a percorsi multisettoriali di accompagnamento integrati e basati sulla prevenzione e valorizzazione delle risorse personali, familiari e ambientali.

In questa direzione si terrà, dal 30 novembre al 2 dicembre, l’iniziativa “Verso un’infanzia felice!” che comprende diversi appuntamenti che saranno ospitati dalla Fondazione Giovanni Paolo II.

Si parte domani 30 novembre, alle ore 18, nella sede del Centro Servizi per le Famiglie di Japigia in via Giustina Rocca, con la performance teatrale “Infanzia felice”, una fiaba per adulti di e con Antonella Questa (LaQ-Prod). Lo spettacolo, in replica l’1 dicembre alle ore 18 nel centro multimediale Giovanni Paolo II, in via Marche, indaga la natura delle relazioni umane, scegliendo come tema l’educazione nell’infanzia. Lo fa partendo dal libro della sociologa e scienziata dell’educazione Katharina Rutschky “Pedagogia Nera”, una raccolta di saggi e manuali sull’educazione pubblicati dalla fine del milleseicento ai primi del secolo scorso.

Il 1° dicembre, alle ore 9.30, sempre nei locali del Centro servizi per le famiglie di Japigia, è previsto il laboratorio rivolto ad operatori, docenti e genitori.

Giovedì 2 dicembre, alle ore 9.30, nella sede del centro multimediale Giovanni Paolo II, si terrà invece il tavolo di lavoro “Verso un’infanzia felice. Prevenzione del maltrattamento nella prima Infanzia: condivisione e potenziamento delle buone prassi nella rete multidisciplinare”, un incontro-confronto mirato alla condivisione delle pratiche, delle progettualità e dei servizi già esistenti sul territorio saranno realizzati con il progetto TenerAmente nell’ambito della prevenzione dei maltrattamenti all’infanzia. Sul tema si confronteranno, con professionisti ed esperti del settore, le assessore al Welfare e alle Politiche educative e Giovanili del Comune di Bari, Francesca Bottalico e Paola Romano.

Per partecipare alle iniziative e per maggiori informazioni è possibile contattare la Fondazione Giovanni Paolo II onlus al numero 080 9758750.