Bari, Abaterusso sul discorso di Gentiloni all’inaugurazione della Fiera del Levante

69

La posizione del rappresentante di Articolo 1 – Mdp

ernesto abaterussoLECCE – “Da Gentiloni solo una monotona litania sulla fuoruscita dalla crisi e sulla rivendicazione dei successi inesistenti suoi e di Renzi“.
Così in una nota Ernesto Abaterusso, presidente Gruppo consiliare Articolo 1 – MDP in Regione Puglia, che aggiunge: “Dichiarazioni vuote, quelle del premier, che dimostrano la lontananza del suo governo da quelli che sono i problemi del Mezzogiorno e della Puglia.
L’Italia, grazie a lui ed al suo predecessore, è l’ultimo paese d’Europa quanto a crescita. In Italia nell’ultimo triennio è raddoppiato il numero delle persone entrate nella fascia di povertà, 7,2 milioni. Oltre 11 milioni di italiani non si curano più perché non hanno i mezzi o perché le strutture sanitarie non ce la fanno. La disoccupazione giovanile non è affatto diminuita, anzi è aumentata. Soprattutto quella intellettuale.
Nel Mezzogiorno la situazione è tre volte peggio che nel centro-nord.
Da questa situazione non ne usciamo con i bonus o/e con le agevolazioni.
Ci vuole un Piano straordinario di investimenti per il Sud. Messa in sicurezza delle scuole, infrastrutture stradali e ferroviarie, un grande piano di prevenzione e manutenzione del territorio e del suo aspetto idrogeologico e di valorizzazione del patrimonio artistico e monumentale dei centri storici e di promozione dei nostri beni naturali, paesaggistici e ambientali nel quale impegnare giovani laureati. Invece di vendere fumo, il governo ed i suoi rappresentanti si impegnino a stanziare 20 miliardi già in questa legge di stabilità da destinare a tale piano.
Proprio i 20 miliardi che negli ultimi tre anni sono stati sprecati in bonus che non hanno prodotto nulla di positivo.
Di questo hanno bisogno il Mezzogiorno e la Puglia, non della presenza dei petrolieri, amici di questo governo.
Se nella prossima legge di stabilità di tutto ciò non ci sarà traccia, Articolo Uno-Mdp prenderà le necessarie distanze da quello che insieme al precedente si sta rivelando un governo nemico del Mezzogiorno“.